Zefira, il “miglior yacht a vela del mondo” in sosta a Vibo Marina

L’imbarcazione di 50 metri, unanimemente considerata una barca da sogno, è rimasta attraccata per poche ore per attività di bunkeraggio
L’imbarcazione di 50 metri, unanimemente considerata una barca da sogno, è rimasta attraccata per poche ore per attività di bunkeraggio
Informazione pubblicitaria

Zefira in porto a Vibo Marina

Per gli appassionati di barche, e non solo, si tratta di un’impagabile attrazione, qualcosa di assolutamente straordinario nel suo significato letterario, cioè qualcosa che non ha niente di ordinario. Ma solo in pochi sono riusciti ad accorgersi della sua presenza in porto, che è durata giusto una mattinata. “Zefira”, imbarcazione di 50 metri vincitrice dei prestigiosi riconoscimenti internazionali  “Show boats Design Award 2011” e di “World Superyacht Awards 2011” come miglior yacht a vela del mondo per il 2011, è rimasta attraccata presso la banchina Bengasi del molo Cortese di Vibo Marina per poche ore, impegnata in attività di bunkeraggio.

Costruita in Nuova Zelanda nei cantieri Fitzroy, ha uno scafo in alluminio e una trave con un raggio di quasi dieci metri. Gli interni sono stati disegnati da Remi Tessier e possono ospitare otto ospiti in quattro cabine. Battente bandiera maltese, è unanimemente considerata una barca da sogno: elegante, sofisticata, impressionante sotto vela con il suo albero in carbonio alto 63,5 metri.  Un’estetica innovativa, che ha portato uno dei suoi progettisti ad affermare, non senza una punta di orgoglio: «Il mondo della vela si divide tra prima di Zefira e dopo di Zefira». Proveniente da Patmos(Grecia), dopo la sosta tecnica ha ripreso il mare facendo rotta verso Capri.