Scuole, parziale dietrofront a Nicotera: lezioni al via il 28 settembre

A comunicarlo è il sindaco Pino Marasco: «Impossibile scendere sotto i 200 giorni annuali previsti dalle normative vigenti»
A comunicarlo è il sindaco Pino Marasco: «Impossibile scendere sotto i 200 giorni annuali previsti dalle normative vigenti»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«L’Amministrazione comunale, pur ribadendo tutte le proprie perplessità, in merito alla riapertura delle scuole, come da calendario originario, a causa di un quadro epidemiologico a livello provinciale in costante evoluzione, è costretta ora, a posticipare al 28 settembre, la riapertura dei plessi scolastici della scuola dell’infanzia, delle elementari e delle medie».

Informazione pubblicitaria

A comunicarlo è il sindaco di Nicotera Pino Marasco il quale, aveva indicato in un primo momento, in via precauzionale, «a maggior tutela della salute degli studenti», la data del 6 ottobre prossimo, ma, «dopo aver interloquito con i dirigenti regionali della pubblica istruzione e con l’Ufficio scolastico regionale (Usr), ha dato una nuova tempistica, in quanto, neanche le emergenze legate alla vicenda del Covid-19, consentono purtroppo di ridurre i duecento giorni annuali di svolgimento delle lezioni, previste obbligatoriamente dalle normative vigenti.

L’Amministrazione comunale comunque tranquillizza docenti, personale scolastico e famiglie, ribadendo che anche questo arco temporale, seppur ridotto, consentirà alle autorità scolastiche locali di riaprire i plessi in tutta sicurezza».