Il Liceo Berto di Vibo sanificato in vista dell’avvio delle lezioni

L’intervento, completamente gratuito, è stato svolto dalla Save Group e sarà ripetuto più volte nei prossimi mesi
L’intervento, completamente gratuito, è stato svolto dalla Save Group e sarà ripetuto più volte nei prossimi mesi
Informazione pubblicitaria

«Un gesto di sostegno e di vicinanza. Reso ancora più significativo perché totalmente gratuito. Martedì mattina infatti l’azienda “Save Group”, che fa capo a Saverio Cutrullà, ha proceduto alla sanificazione dei locali del liceo scientifico “Giuseppe Berto” guidato dalla dirigente scolastica Caterina Calabrese. Ma non finisce qui. Sì, perché l’operazione sarà ripetuta ogni settimana per due, tre mesi. L’obiettivo, naturalmente, è quello di rendere l’edificio, che ospita una popolazione scolastica di quasi 1.400, tra studenti, docenti e personale scolastico, altamente sicuro e ridurre pertanto al minimo la possibilità di poter contrarre il Coronavirus. In particolare gli addetti del gruppo, muniti di tutti gli specifici dispositivi di protezione individuale, attraverso un sofisticato macchinario di nuova generazione, che rispetta appieno le linee guida del ministero, hanno così passato al setaccio ogni singolo ambiente del Liceo scientifico, al fine di proteggere la salute delle persone e garantire la continuità didattica in completa sicurezza. L’intervento ha così eliminato la possibilità che il virus si possa annidare sulle superfici, distruggendo il guscio esterno con soluzioni chimiche specifiche».

È quanto rende noto il Liceo Scientifico statale Giuseppe Berto. «Pensiamo che lavorare per il territorio debba essere dimostrato con i fatti e non solo con le parole – ha dichiarato Cutrullà -. In un momento di grande emergenza e difficoltà economica per le istituzioni scolastiche, abbiamo pensato che svolgere un servizio così indispensabile e totalmente gratuito possa valere da forte incoraggiamento ad andare avanti e poter consentire così di accogliere gli studenti in piena sicurezza. Sappiamo che il liceo “Berto” si è ampiamente impegnato nel corso di questi ultimi mesi per rendere sicura la scuola, ma noi, nel nostro piccolo, abbiamo ugualmente voluto fare la nostra parte, perché – ha aggiunto sempre l’imprenditore vibonese – pensiamo che un intervento di tipo squisitamente tecnico e professionale con attrezzature e materiali specifici e conformi alle linee guida dei diversi decreti governativi garantisca una maggiore tutela della salute pubblica».

Piena soddisfazione è stata espressa dalla dirigente Calabrese, la quale non ha mancato di ringraziare la “Save Group” per l’intervento effettuato e per quelli che seguiranno. «La proposta di Saverio Cutrullà e della sua azienda è giunta del tutto inaspettatamente. Siamo convinti che, in un momento di grande preoccupazione e di lavoro incessante per garantire un rientro in classe in sicurezza e per tutelare la salute dei nostri allievi, sapere di poter ospitare la popolazione scolastica del “Berto” in un ambiente interamente sanificato – ha puntualizzato la dirigente Calabrese – possa donare serenità alle famiglie. Pertanto, possiamo dichiarare apertamente che grazie al generoso gesto di Cutrullà la nostra scuola è sicura e lo sarà anche nel tempo, visto che le operazioni di sanificazione degli ambienti continueranno con cadenza settimanale per almeno due, tre mesi. Il primo giorno di scuola in presenza ai tempi del Coronavirus, dunque – ha concluso la dirigente – i nostri alunni saranno accolti in un ambiente totalmente sicuro».