martedì,Settembre 21 2021

Il Comune di Ricadi avvia la Consulta del Turismo, il plauso di Confindustria

Il faccia a faccia tra l’amministrazione guidata dal sindaco Tripodi e le associazioni di categoria. Il primo cittadino: «Il nostro sarà un centro di eccellenza»

Il Comune di Ricadi avvia la Consulta del Turismo, il plauso di Confindustria
Il sindaco di Ricadi Nicola Tripodi

Un «ottimo inizio di mandato», così Confindustria Vibo Valentia saluta l’impegno assunto dall’amministrazione comunale di Ricadi guidata dal sindaco Nicola Tripodi, che nel corso di un incontro con le organizzazioni di categoria, ha ribadito l’intenzione di avviare la costituzione della Consulta del turismo, ovvero «un vero e proprio luogo di confronto permanente sui temi dello sviluppo turistico. Insediati da pochissimi mesi – ha detto Tripodi – abbiamo messo al centro della nostra azione il rilancio di Ricadi quale centro turistico d’eccellenza, vogliamo trasformare questa città nella Città del turismo». All’intervento del sindaco è seguito quello di Nicola La Sorba: «Siamo qui per ascoltare e condividere una visione unica delle priorità e delle problematiche – ha affermato -, adotteremo un calendario condiviso e come Consulta programmeremo degli incontri specifici sui temi e sulle emergenze: rifiuti, decoro urbano, viabilità, e ogni altro tema ritenuto fondamentale per rendere Ricadi la città turistica che tutti desideriamo».

Gianfranco Comito, neo presidente Confindustria Turismo Vibo
Il presidente di Confindustria Turismo Vibo Gianfranco Comito

Per il presidente della sezione Turismo di Confindustria Vibo Valentia Gianfranco Comito questo incontro rappresenta «un segnale estremamente interessante, Confindustria c’è e sosterrà la crescita di Ricadi e del suo comprensorio. Desideriamo esprimere sincero apprezzamento per quest’ottimo inizio di mandato – ha aggiunto – che mira a valorizzare il turismo e chiede il sostegno delle associazioni di categoria, una modalità di interagire concreta con le associazioni che speriamo possa diventare un modello di interazione con tutte le amministratori locali. Siamo disponibili e daremo ogni contributo per la condivisione delle strategie ed il sostegno alla loro realizzazione». Comito ha pertanto concluso: «Il nostro turismo e più in generale quello calabrese è in una fase di forte contrazione, potremmo dire di quasi crisi, dovute a diversi fattori ovviamente tra tutti, la Pandemia ma non solo, gioca un ruolo determinante anche l’eccessiva stagionalità insieme ad altre difficoltà subite e non legate alle nostre imprese che stanno invece innovando ed investendo. La parte istituzionale deve giocare un ruolo determinante nel costruire una nuova offerta dei servizi essenziali e di infrastrutture dignitose frutto di programmazione. Dobbiamo richiamare tutte le istituzioni al loro ruolo, Provincia, Regione e ogni altro ente sovracomunale».

La Baia di Riaci a Santa Domenica di Ricadi
Baia di Riace, uno dei tesori ricadesi più amati al mondo

Con il lavoro della Consulta Confindustria intende quindi porre in atto processi che possano fare diventare il comune florido. «Sul tema della tassa di soggiorno, auspichiamo – chiosano gli industriali – un ruolo centrale delle associazioni, per dare spazio alle istanze degli imprenditori, restituendo al territorio interventi a sostegno del turismo mediante uso di questi fondi per servizi, decoro, viabilità e mobilità ma con unico obiettivo, dare sostegno con queste risorse a processi di sviluppo turistico». Quale primo intervento, invitano quindi l’amministrazione «al recupero ed alla riforma della tassazione. Siamo chiamati e tenuti a contribuire tutti ma con oneri adeguati ai servizi resi e con misure sostenibili dal sistema delle imprese fortemente provato da una Pandemia che rende purtroppo ancora incerta anche la prossima stagione turistica».

Articoli correlati

top