giovedì,Aprile 15 2021

Giornata sulla consapevolezza dell’autismo, a Vibo la fontana della Ninfa s’illumina di blu

L’Amministrazione comunale ha aderito alla campagna di sensibilizzazione istituita dalle Nazioni unite nel 2007

Giornata sulla consapevolezza dell’autismo, a Vibo la fontana della Ninfa s’illumina di blu

Il colore blu per dare un segno di vicinanza alle persone autistiche e ai loro familiari. Il Comune di Vibo Valentia aderisce alla Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo in programma oggi, venerdì 2 aprile. Istituita nel 2007 dalle Nazione Unite, la Giornata ha l’obiettivo di far luce su questo tipo di neurodiversità, promuovendo la ricerca e contrastando la discriminazione e l’isolamento di cui ancora oggi sono vittime le persone autistiche e i loro familiari.

«Come atto di solidarietà e sensibilità di tutta la comunità nei confronti di un tema tanto delicato – si legge in una nota -, l’Amministrazione comunale condividerà sui propri canali istituzionali – e invita i cittadini a farlo sui rispettivi canali social – una locandina in formato digitale. Un messaggio di vicinanza alle famiglie attraverso il blu, il colore eletto a livello mondiale quale simbolo dell’attenzione all’autismo. All’esterno del Municipio saranno, nella mattinata di venerdì collocati dei palloncini di colore blu che richiameranno all’adesione del Comune di Vibo Valentia alla Giornata mondiale, e nella serata la fontana della Ninfa si illuminerà di blu».

Si aggiunge: «L’Amministrazione comunale invita anche i cittadini ad esporre un elemento blu ai propri balconi, per sostenere l’iniziativa e per dare un segno di consapevolezza e accoglienza nei confronti di questo disturbo del neuro-sviluppo. Lo scopo della giornata è infatti quello di promuovere conoscenza e rendere visibile la testimonianza della condivisione su una tematica, quale è l’autismo, così delicata che in Italia vede coinvolte oltre 500.000 famiglie».

«L’adesione alla Giornata – afferma il Sindaco Maria Limardo – dimostra la vicinanza dell’Amministrazione comunale alle famiglie con l’obiettivo di migliorare i servizi sociali ed ha lo scopo di mettere al centro una problematica molto diffusa e della quale si è alla ricerca di strumenti sempre più adatti a garantire la crescita serena delle persone affette da questo disturbo».

Articoli correlati

top