Calcio da guinnes nel Vibonese, in Terza categoria una partita finisce 33-8

Filandari-Capistranese sarà ricordata a lungo per il totale delle reti, 41 quelle messe a referto. Alla base del risultato una forte protesta del Filandari, punito pesantemente la scorsa settimana dal giudice sportivo

Filandari-Capistranese sarà ricordata a lungo per il totale delle reti, 41 quelle messe a referto. Alla base del risultato una forte protesta del Filandari, punito pesantemente la scorsa settimana dal giudice sportivo

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

C’è una partita che entrerà di sicuro nel Guinnes dei primati. Nessun campione acclarato in campo. E neppure nessun gol capolavoro. Filandari-Capistranese, gara valevole per 18esima giornata di campionato di Terza categoria, girone G, verrà ricordata per il punteggio. Chiuso con il clamoroso risultato di 33 reti ad 8 per la formazione ospite. Quasi impossibile per i direttore di gara, il signor Carmelo Battaglia di Reggio Calabria, trascrivere i marcatori sul proprio taccuino. 18 i gol a referto del bomber Ceniti. Sette quelli realizzati da Calotta. Doppietta a testa per Servello e Liberto. Un gol per Caparotta, Marcellino, Mesiano e Pisani. Per un totale di 33 palloni in fondo al sacco. Dietro il risultato da record, tuttavia, ci sarebbe una protesta del Filandari  penalizzato la scorsa settimana con la sconfitta a tavolino del match giocato contro il San Costantino ed una raffica di squalifiche. Provvedimenti fortemente contrastati dalla società vibonese che aveva annunciato proteste clamorose. Il risultato della partita di ieri contro la Capistranese ne è la conferma

Informazione pubblicitaria