Play off Challenge Cup, Vibo fermata in casa da Verona

Nell’andata dei quarti di finale sconfitta in 4 set per la Tonno Callipo che parte con il piglio giusto ma cede di schianto di fronte ai più determinati veneti. Si torna in campo sabato 7 aprile

Nell’andata dei quarti di finale sconfitta in 4 set per la Tonno Callipo che parte con il piglio giusto ma cede di schianto di fronte ai più determinati veneti. Si torna in campo sabato 7 aprile

Informazione pubblicitaria
Coach Fronckowiak

Sabato di passione per la Tonno Callipo Calabria che, nell’anticipo pomeridiano dei quarti di finale dei play off 5° posto, esce sconfitta dalla sfida casalinga contro la Calzedonia Verona in una corsa alla qualificazione alla Challenge Cup che ora si complica terribilmente. Nonostante l’approccio spigliato dei vibonesi, capaci di chiudere a proprio favore il primo parziale mostrando un atteggiamento aggressivo e determinato, sono i veneti a prendere efficacemente le misure ai padroni di casa e a metterli alla frusta nei successivi set, giocati su ritmi alti che alla fine sfiancano i giallorossi.  

La partita. Scende in campo con il piglio giusto, come detto, la Tonno Callipo Vibo nel primo set, tendendo testa ai più quotati avversari. Pacth e Lecat si fanno sentire in attacco e Vibo rimane attaccata a Verona nel punteggio (7-8). Buoni numeri per i vibonesi in tutti i fondamentali: muro e battuta funzionano a dovere ma nonostante questo Verona si tiene davanti (14-16). I giallorossi costruiscono palla su palla le condizioni per il sorpasso che arriva sul 21-20 e mantengono con tenacia il vantaggio fino al 25-23 finale.  

Stesso canovaccio nel secondo set. Vibo è attenta ed efficace in attacco, ma Verona è altrettanto determinata a non farsi sorprendere. Verhees rianima i suoi con l’ace del 6-8 e Lecat firma due colpi vincenti dai nove metri per il pareggio dell’11-11.  Verona ci riprova ma viene stoppata da Coscione a muro per il 16 pari. Reazione rabbiosa degli ospiti che a muro si portano sul 16-20. Veneti, favoriti da diversi errori, ancora davanti sul 18-23. L’ace di Jaeschke vale il pareggio nel conto dei set (18-25).  

Cala il rendimento della Tonno Callipo nel terzo set e Verona ne approfitta per mettere il punteggio in sicurezza sin dalle prime battute. L’attacco vincete di Stern segna il massimo vantaggio degli ospiti sul 14-20. L’errore in battuta di Massari vale il set point per Verona sul 18-24 e il successivo attacco out di Domagala il 2-0 per la Calzedonia. Neppure nel quarto set Vibo riesce ad invertire la brutta piega della gara. Presta e compagni provano a reagire ma Verona si mostra concentrata sull’obiettivo. Stern e Grozdanov a muro allungano sull’11-19 e per la Tonno Callipo si mette male. Entra Felix Junior e si fa sentire sotto rete ma l’andamento della gara non cambia. Verona al match point sul 17-24. Vibo annulla due palle match ma chiudono gli ospiti (19-25). Ritorno sabato 7 aprile a Verona. 

Il tabellino della gara: 

Tonno Callipo Vibo 1

Calzedonia Verona 3

(25-23, 18-25, 18-25, 19-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 3, Lecat 7, Costa 5, Patch 20, Massari 10, Verhees 8, Torchia (L), Domagala 1, Marra (L), Izzo, Presta 3, Felix Jr 3. Non entrati: Corrado. Allenatore: Fronckowiak. 

CALZEDONIA VERONA: Spirito 2, Jaeschke 14, Grozdanov 13, Stern 21, Manavinezhad 12, Birarelli 8, Frigo (L), Pesaresi (L), Paolucci, Marretta 1, Magalini. Non entrati: Mengozzi, Pajenk. Allenatore: Grbic.

ARBITRI: Tanasi, Piperata. 

NOTE – durata set: 30′, 23′, 26′, 29′; tot: 108′.