Da Roma a Scilla, la “domenica sportiva” dell’Atletica San Costantino regala nuove soddisfazioni

La società podistica vibonese impegnata su due fronti: nella Capitale alla 24esima maratona e lungo la Costa Viola nella prima tappa del Campionati regionale di corsa su strada  

La società podistica vibonese impegnata su due fronti: nella Capitale alla 24esima maratona e lungo la Costa Viola nella prima tappa del Campionati regionale di corsa su strada  

Informazione pubblicitaria
L'Atletica San Costantino a Scilla
Informazione pubblicitaria

Un fiume di persone, sotto uno splendido sole primaverile, ha preso parte alla 24esima maratona di Roma. Tra i runners, in tutto 100mila, in 14mila provenienti da 131 nazioni hanno preso parte alla gara competitiva. Oltre ai corridori, tanta gente, e famiglie con bambini al seguito, ha colto l’occasione per attraversare Roma a piedi o in bici, in un percorso insolitamente senza auto. A trionfare è stato il keniano Cosmas Jairus Kipchoge Birech, con un tempo di 2h 8’ e 3”, mentre tra le donne a primeggiare è stata l’etiope Rahma Chota Tusa con 2h, 23’ e 46”. A trionfare tra le bellezze della Capitale anche Antonino La Torre, tesserato con l’Atletica San Costantino Calabro, guidata da Raffaele Mancuso, che «sotto il sole battente ha dato prova di quanto la passione per questo sport possa superare tutti gli ostacoli. Una prova importante la sua – si legge in un report sulla gara -, che gli ha permesso ancora una volta di godere di emozioni che rimarranno indelebili nella memoria e nel tempo. Una prestazione quella di Nino la Torre che può definirsi “fantastica” – scrive il presidente Mancuso -. L’atleta ha tagliato il traguardo dopo aver percorso 42 km con il tempo di 3h 33’ 19”».

Informazione pubblicitaria

Sulla sponda calabra, invece, la stessa società ha preso parte al Campionato regionale Master di corsa su strada, nel suggestivo scenario di Chianalea di Scilla, dove si è svolta la prima tappa del circuito, conclusasi sul lungomare di Bagnara. Tra i 320 atleti ai nastri di partenza non potevano mancare i podisti dell’Atletica San Costantino Calabro, che con una qualificata e massiccia presenza, hanno ben figurato nelle rispettive categorie. Su un percorso molto tecnico di 10 km, nelle bellezze della Costa Viola una buona rappresentanza della società vibonese «ha saputo essere protagonista di entusiasmanti prestazioni migliorando i propri personal best». 

In particolare Elisabetta Grasso ha conquistato il secondo gradino del podio nella sua categoria con il tempo di 48’ e 29”. Buoni i tempi degli altri atleti presenti: Pietro De Vita 41’ 38”, Tonino Panuccio 43’ 16”, Fortunato Baldo 43’ 55”, Francesco Grande 44’ 02”, Tommaso Fortuna 44’ 05”, Giuseppe Mazzitello 44’ 45”, Nunzio Briga 52’ 19”, Mario Tolomeo 54’ 28”, Raffaele Mancuso 55’ 25”. «Una domenica da ricordare per l’Atletica San Costantino – commenta il presidente Mancuso – che continua ad arricchire il proprio bagaglio sportivo di belle soddisfazioni. Gara dopo gara cresce il prestigio di questa piccola realtà della provincia di Vibo, gruppo di sportivi per passione, e come si sa le cose fatte con passione sono una marcia in più per riuscire bene in ogni cosa. Ad Maiora a questi atleti che con le loro brillanti prestazioni regalano onore e prestigio a tutta l’Atletica San Costantino Calabro. Sportivi per passione, uniti si vince».

LEGGI ANCHE:

L’Atletica San Costantino taglia un altro traguardo: sette atleti corrono la Stramilano 2018

Atletica San Costantino in trasferta a Napoli, buone prestazioni nella mezza maratona

Corsa, per l’Atletica San Costantino l’anno parte con …il piede giusto