La Vibonese chiama, il Troina risponde: la promozione si deciderà nell’ultimo turno (VIDEO)

Calabresi e siciliani non sbagliano rispettivamente contro Isola e Portici e rimandano la questione a domenica prossima

Calabresi e siciliani non sbagliano rispettivamente contro Isola e Portici e rimandano la questione a domenica prossima

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La testa è già al prossimo weekend quando in Serie D andrà in scena l’ultima gara di campionato. Impossibile d’altronde non proiettarsi agli ultimi 90’ di passione dopo un penultimo turno in cui Vibonese e Troina non falliscono i propri appuntamenti restando appaiate in testa alla classifica. Per decidere chi volerà direttamente in Serie C bisognerà attendere altri sette giorni. Quando la Vibonese sbarcherà a Sancataldo ed il Troina sarà di scena sul campo della Nocerina (il terzo incomodo lassù in graduatoria generale). 

Informazione pubblicitaria

Vibonese – Isola Capo Rizzuto 3-0: la cronaca. Ritmo subito alto al Luigi Razza. Parte meglio la Vibonese che al 13’ sfiora già il vantaggio con Bubas che dal limite lascia partire un missile che centra in pieno il palo. Ma l’Isola Capo Rizzuto non è sbarcata a Vibo per fare la comparsa e al 24’ procura un brivido freddo alla retroguardia rossoblù con Mirabelli che per poco non beffa Spataro con un tocco velenoso. Passato lo spavento, la Vibonese riprende in mano il match. Al 29’ Vacca sfiora il palo. Al 34’ Bubas cade a terra ma l’arbitro lascia proseguire. Due giri d’orologio più tardi i rossoblù passano sugli sviluppi di un fallo laterale: Obodo allunga per Silvestri (al sesto timbro stagionale) che ci mette la punta del piede e gonfia la rete alle spalle di Pullano

La ripresa si apre con la serpentina coast to coast di Bubas che semina il panico in area ospite ma al momento del tiro non è lucido. Lo è, eccome, al 66’ il numero 9 di casa quando, lanciato da Obodo (secondo assist di giornata), fulmina in velocità il suo diretto avversario e con un diagonale chirurgico sigla il raddoppio. Il resto è solo pura accademia che porta i leoni rossoblù al tris, firmato Ciotti, nel recupero. Onore all’Isola e ad i suoi ragazzi. Vince la Vibonese. E in città è già scattata l’operazione “Sancataldese”.