Partiti i mondiali di volley, quattro i portacolori della Tonno Callipo Vibo

Spicca il ruolo del coach vibonese Antonio Valentini, vice del ct azzurro Chicco Blengini, ex giallorosso. Impegnati nella competizione con le rispettive nazionali anche gli schiacciatori Lopez, Skrimov e Kadu  

Spicca il ruolo del coach vibonese Antonio Valentini, vice del ct azzurro Chicco Blengini, ex giallorosso. Impegnati nella competizione con le rispettive nazionali anche gli schiacciatori Lopez, Skrimov e Kadu  

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Countdown finito. Con le partite giocate ieri sera (Italia-Giappone e Bulgaria-Finlandia) è ufficialmente iniziato il Mondiale 2018 di volley che si gioca diviso in due paesi, Italia e Bulgaria. Ed è un Mondiale a forti tinte giallorosse con ben quattro rappresentanti della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ai nastri di partenza. In primo luogo, il coach Antonio Valentini nel ruolo di secondo allenatore della nazionale italiana, guidata dall’ex allenatore giallorosso Gianlorenzo Blengini. Per il tecnico vibonese un’ulteriore occasione di crescita in un proscenio così importante a due anni di distanza dalla medaglia d’argento conquistata alle Olimpiadi di Rio nel ruolo di video-man dell’Italvolley. Italia che è stata inserita nella Pool A insieme a Giappone, Argentina, Belgio, Repubblica Dominicana e Slovenia e che ha esordito vincendo contro la nazionale nipponica ieri sera al Foro Italico a Roma con il punteggio di 3-0.

Informazione pubblicitaria

E sabato 15 settembre a Firenze, alle ore 21.15, coach Antonio Valentini si troverà di fronte l’Argentina di Julio Velasco nella cui rosa è presente lo schiacciatore Tomas Lopez. Classe 1994, il neo martello giallorosso si è conquistato la convocazione al Mondiale dopo un’estate in cui ha fatto intravedere le sue qualità nelle partite della Volleyball Nations League. Esordio vincente (3-0) anche per Todor Skrimov che è sceso in campo ieri sera a Varna contro la Finlandia (per il martello giallorosso 12 punti realizzati con il 60% in attacco). Seconda partecipazione ad un Mondiale per il posto 4 classe 1990, dopo l’esperienza polacca del 2014. La Bulgaria di Skrimov, oltre alla Finlandia, affronterà, nella Pool D, Cuba, Iran, Polonia e Porto Rico. E sempre in Bulgaria, nella città di Ruse al confine con la Romania, avverrà l’esordio del Brasile Campione Olimpico in carica. Mercoledì 12 settembre la nazionale verdeoro affronterà all’esordio l’Egitto e il tecnico Dal Zotto avrà un Carlos Eduardo (Kadu) Barreto Silva in più. Lo schiacciatore giallorosso classe 1994 ha lavorato duramente quest’estate ed ha ricevuto la chiamata del tecnico verdeoro che punta molto sulle sue capacità per dare brio ed imprevedibilità al suo gioco. Il Brasile, inserito nella Pool B, affronterà anche il Canada, la Cina, la Francia e l’Olanda. 

Ecco le impressioni di coach Valentini e dei tre atleti giallorossi sulla rassegna iridata: Antonio Valentini (secondo allenatore Italia): «Sarà un Mondiale dove ci sono molte squadre che ambiscono ad un risultato importante. Vogliamo provare a fare qualcosa di importante perché abbiamo lavorato duramente in questo periodo a Cavalese. L’adrenalina è al massimo perché giochiamo in casa e ci teniamo veramente tanto a far bene». Carlos Eduardo Barreto Silva (schiacciatore Brasile): «E’ un sogno indossare la maglia della nazionale brasiliana, ma anche una grande responsabilità. E’ senza dubbio il traguardo più grande per un atleta. Spero di disputare un buon Mondiale e di aiutare la squadra ad arrivare il più lontano possibile». Tomas Lopez (schiacciatore Argentina): «La sensazione che provo in questo momento è quella di soddisfazione per tutto lo sforzo e il duro lavoro che abbiamo fatto per arrivare fino a qui. Mi aspetto un Mondiale molto duro in tutti gli aspetti, ma se manteniamo un profilo mentale forte possiamo fare bene e affrontare la competizione nel miglior modo possibile. Voglio cercare di sfruttare questa chance al massimo delle mie possibilità». Todor Skrimov (schiacciatore Bulgaria): «In Bulgaria c’è tanto entusiasmo per il Mondiale che disputeremo in casa. Ci siamo preparati bene e siamo carichi in vista di un appuntamento dove vogliamo recitare un ruolo da protagonisti. Sarà una competizione durissima, ma con umiltà e determinazione faremo di tutto per arrivare a giocare la fase finale in Italia. Mi sento pronto per dare il mio contributo alla squadra affrontando ogni partita al massimo».

LEGGI ANCHE: Superlega, vacanze finite per la Tonno Callipo: lunedì al via la preparazione

Superlega, Kadu sconta la squalifica per doping e torna alla Tonno Callipo

Volley Tonno Callipo, arriva l’ufficialità: il vibonese Antonio Valentini nuovo coach