Serie C, Vibonese-Trapani e quel precedente che risale al 2010

Esame di maturità per i rossoblù di Orlandi domani in campo alle 18.30 al Luigi Razza. Tra gli amaranto autentici assi del calcio professionistico e due ex: Scrugli e Corapi. Ma Orlandi e i suoi ce la possono fare

Esame di maturità per i rossoblù di Orlandi domani in campo alle 18.30 al Luigi Razza. Tra gli amaranto autentici assi del calcio professionistico e due ex: Scrugli e Corapi. Ma Orlandi e i suoi ce la possono fare

Informazione pubblicitaria
Mister Nevio Orlandi in allenamento
Informazione pubblicitaria

Era il 12 settembre del 2010 quando Vibonese e Trapani s’incontrarono per la prima volta in un campionato professionistico: era la Lega Pro, Seconda divisione.  Si giocava la terza giornata d’andata. Finì in parità, 1-1: risultato maturato in appena sessanta secondi, a ridosso alla mezz’ora di gioco. Al gol del centrocampista Perrone, per i siciliani, rispose Simone Grillo, per i rossoblù. Quella Vibonese, affidata allora al toscano Marco Tosi, era una squadra molto giovane, con evidenti limiti tecnici e caratteriali, che riuscì a portare a termine una salvezza molto sofferta, collezionando due sole vittorie, entrambe ottenute contro il Catanzaro. Viaggiò sempre nei quartieri alti della classifica, invece, il Trapani allora guidato da Roberto Boscaglia, che al termine della stagione fu promosso, assieme al Latina, in Prima divisione. A distanza di otto anni, Vibonese e Trapani domani si ritroveranno di fronte, intenzionate a dar vita, seppur con obiettivi opposti, a un campionato importante. I rossoblu del riconfermato Nevio Orlandi puntano a una salvezza tranquilla, da raggiungere senza affanno prima della chiusura della stagione. Il direttore sportivo della società di Piazza d’Armi Simone Lo Schiavo ha messo a disposizione di mister Orlandi una rosa competitiva, nella quale spiccano qualità ed esperienza, con tanti giovani di sicuro avvenire pronti a mettersi in luce.

Informazione pubblicitaria

Non nasconde le sue ambizioni, invece, il Trapani, affidato a Vincenzo Italiano, che punta a un campionato di vertice. La presenza in organico di giocatori come Pagliarulo, Corapi, Evacuo, Costa Ferreira, per citarne alcuni, rappresenta un lusso per un campionato, seppur prestigioso, come la serie C. Le due squadre arrivano all’appuntamento di domani al Razza (fischio d’inizio ore 18.30) galvanizzati dell’ottimo esordio in campionato. La Vibonese, nonostante le assenze di Altobello, Tito e Camilleri, è tornata da Bisceglie con un buon pari ma al contempo anche con tanto rammarico per una vittoria mancata che per il gioco espresso e le occasioni create sarebbe stata ampiamente meritata. Il Trapani ha segnato il suo esordio stagionale battendo con un secco 3-0 la Reggina al Provinciale, il tutto in cassaforte nella prima parte della gara. Tra gli ospiti, due ex rossoblù: il difensore Andrea Scrugli (che era in campo, con la maglia della Vibonese in quella gara del campionato 2010-11) e il centrocampista Ciccio Corapi.

LEGGI ANCHEVibonese: ecco la ricetta di Orlandi per battere il Trapani (VIDEO)

Vibonese, con i suoi tifosi vicini «paura di nessuno» (VIDEO)

Serie C, Vibonese salvata da De Carolis: a Bisceglie agguanta il pareggio nel finale