Dalla sconfitta col Rende al match con la Viterbese, la Vibonese verso il riscatto

Rossoblù sabato pomeriggio chiamati a rilanciarsi nelle zone alte della classifica contro i gialloblù dell’ex Saraniti

Rossoblù sabato pomeriggio chiamati a rilanciarsi nelle zone alte della classifica contro i gialloblù dell’ex Saraniti

Informazione pubblicitaria
Andrea Saraniti, ex di turno contro la Viterbese
Informazione pubblicitaria

Si è fermato a cinque il numero dei risultati utili consecutivi dei rossoblù in questa prima parte di campionato, a causa della sconfitta sul terreno della capolista Rende. Quattro vittorie e un pareggio: catena di risultati importanti che aveva spinto Obodo e compagni nei piani alti della classifica, a ridosso delle grandi. Uscita sì battuta ma non ridimensionata dal confronto d’alta quota, la Vibonese di Nevio Orlandi ha confermato anche al “Marco Lorenzon” tutte le sue potenzialità per continuare a fare bene in questo sempre più imprevedibile campionato di serie C. «E’ andata male ma paradossalmente da quella sconfitta ne usciamo più forti – ha commentato in settimana il difensore Enrico Altobello – consapevoli di aver giocato a viso aperto contro una squadra che al momento era la migliore squadra della serie C». E così nessun dramma in casa rossoblù, dove si ricomincia guardando avanti con immutata fiducia. Messo in archivio il derby con il Rende, la squadra ha ripreso a lavorare a pieno regime in vista del prossimo impegno di campionato, che vedrà l’undici del presidente Caffo ospitare al Razza la Viterbese dell’ex attaccante e capitano della Vibonese in Lega Pro, Andrea Saraniti. Un match, quello in programma sabato (ore 14.30) che si annuncia delicato visto non solo il potenziale dell’undici gialloblù laziale ma soprattutto per la posizione di classifica venutasi a creare dopo la pesante sconfitta (recupero della seconda giornata di campionato) rimediata martedì al Menti contro la Juve Stabia. Non tragga però in inganno, l’attuale classifica della Viterbese (un solo punto conquistato su cinque gare disputate) perché l’undici affidato a Stefano Sottili ha individualità e alternative di pregio in una rosa ampia e ben assortita. Insomma, le carte in regola per recuperare posizioni di classifica. Per avere ragione di una Viterbese che giunge al “Razza” ferita ma certamente  difficile da domare, pertanto, servirà una Vibonese tutta cuore, grinta e determinazione, la  stessa  che ha strapazzato la Virtus Francavilla e che ha giocato alla pari al Lorenzon contro il Rende. Si candidano a far rientro in squadra tra i rossoblu i difensori Altobello e Silvestri, appare, invece, certa la presenza nel reparto avanzato degli ospiti dell’ex attaccante dell’Avellino, Mario Pacilli. LEGGI ANCHEDerby amaro per la Vibonese, al Lorenzon passa il Rende

Informazione pubblicitaria