A Reggio si gioca Vibo-Modena, l’enfant prodige Valentini sfida il maestro Velasco

I due si ritrovano da avversari dopo le esperienze comuni con le nazionali iraniana e argentina. Tifosi anche dalla vicina Sicilia per ammirare le prodezze dell’azzurro Zaytsev e del giallorosso Al Hachdadi

I due si ritrovano da avversari dopo le esperienze comuni con le nazionali iraniana e argentina. Tifosi anche dalla vicina Sicilia per ammirare le prodezze dell’azzurro Zaytsev e del giallorosso Al Hachdadi

Informazione pubblicitaria
Antonio Valentini e Julio Velasco
Informazione pubblicitaria

Si gioca oggi pomeriggio, alle 18, la gara del campionato di Superlega tra Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e Azimut Leo Shoes Modena, match valevole per la nona giornata di Campionato. Settimana importante per la compagine di coach Valentini che ha lavorato duramente per arrivare nel migliore dei modi all’appuntamento con Modena. Una partita vibrante, alla quale i giallorossi si presentano rinfrancati dal successo casalingo ottenuto contro Padova sabato scorso al PalaValentia. Una prova importante per Marra e compagni che hanno conquistato tre punti pesanti ai fini della classifica e del morale. Assoluto protagonista di questa settimana è stato l’opposto marocchino Al Hachdadi autore di 36 punti contro i patavini e record-man di punti finora in Superlega in una singola partita. Il bomber giallorosso è stato protagonista anche venerdì pomeriggio in conferenza stampa dove ha caricato i suoi in vista del match contro gli emiliani in programma al PalaCalafiore di Reggio Calabria. Alla vigilia del match ha parlato anche coach Antonio Valentini, ecco le sue impressioni. «Sappiamo le qualità di Modena – ha detto il giovane coach vibonese -, una squadra che sta esprimendo un livello di gioco importante, una squadra che esprime un’ottima pallavolo e che ha delle individualità che tutti conosciamo. Noi ce la giocheremo a viso aperto, consapevoli che dobbiamo affrontare tutte le partite con l’obiettivo di fare punti, a prescindere dall’avversario che troviamo sul nostro cammino». (L’articolo prosegue sotto la pubblicità)

Informazione pubblicitaria

Terza in classifica a quota 18 punti, la compagine di coach Julio Velasco proviene da due sconfitte consecutive tra Campionato e Champions subite contro Civitanova. Gli emiliani vogliono, dunque, ritornare alla vittoria e per farlo dovranno espugnare il PalaCalafiore di Reggio Calabria. Il tecnico argentino punta molto sulla qualità di gioco espressa finora, una qualità altissima frutto di un ottimo lavoro collettivo e della bravura dei singoli. Modena, infatti, può contare su una diagonale palleggiatore-opposto esplosiva composta dal talentuoso palleggiatore americano Christenson e dallo “Zar” Ivan Zaytsev, vero e proprio colpo del mercato estivo della società della presidentessa Pedrini. Al centro, insieme ai riconfermati Holt e Mazzone, è arrivato il centrale azzurro Simone Anzani, mentre in posto 4 saranno protagonisti due ex giallorossi: Tine Urnaut e Denys Kaliberda. Lo sloveno e il tedesco hanno giocato a Vibo Valentia nella stagione 2012-13 componendo una diagonale di posto 4 di elevato livello. Insieme a loro, c’è il talentuoso polacco Bednorz, campione di Polonia con il Belchatow nella scorsa stagione, atleta dotato di ottima personalità. Il libero è Salvatore Rossini, anch’egli atleta dalla comprovata esperienza e da numerose stagioni punto fondamentale in campo e nello spogliatoio della nazionale italiana. 

Sono 22 i precedenti tra le due società con il bilancio a favore di Modena che ha vinto in 17 occasioni a fronte dei 5 successi conquistati dalla Tonno Callipo. I giallorossi di casa hanno battuto Modena sempre in casa e vanno a caccia della sesta vittoria casalinga contro i campioni emiliani. Come detto, gli ex di turno sono Tine Urnaut e Denys Kaliberda, schiacciatori dell’Azimut Leo Shoes Modena. Vanno a caccia di record in Regular season Denys Kaliberda (-1 partita giocata alle 100), Ivan Zaytsev (-14 punti ai 3000); in carriera: Maxwell Holt (-15 punti ai 1500), Tine Urnaut (-16 punti ai 2700). A dirigere il match sarà la coppia arbitrale composta da Stefano Cesare e Giorgia Spinnicchia