Vela, weekend di regate a Tropea per il Campionato invernale d’altura

A dispetto del tempo incerto disputate ben tre gare che hanno visto sfidarsi nelle acque antistanti il porto ben 37 imbarcazioni 

A dispetto del tempo incerto disputate ben tre gare che hanno visto sfidarsi nelle acque antistanti il porto ben 37 imbarcazioni 

Informazione pubblicitaria
Imbarcazioni nel mare di Tropea
Informazione pubblicitaria

Per il Trofeo Marina yacht Tropea si è trattato di un successo, considerata l’ondata di maltempo che si è abbattuta in queste ore sul Catanzarese, con trombe d’aria e devastazioni. Tra sabato 24 e domenica 25 rispettando il calendario del Campionato Invernale Vela d’Altura 2018/19 del “Tirreno meridionale” sono state messe a segno a Tropea ben tre regate. «Una grande squadra nell’organizzazione – si legge in una nota – e soprattutto una grande e numerosa “squadra” di imbarcazioni che si sono ritrovate per lo svolgimento delle regate della prima manche sui pontili a terra e in mare nelle acque antistanti il porto». Il vento da sudovest ha soffiato generoso sulle 37 imbarcazioni complete nei propri equipaggi, “trakerate” e numerate. Due le prove in programma per la giornata di sabato, una delle quali recupero della regata dello scorso 11 novembre annullata per mancanza di vento. Invece per la giornata di sabato di aria ce n’è stata in abbondanza, 18/ 20 nodi. La partenza è stata posizionata a metà del primo lato del percorso a bastone. La classe Orc (barche più prestanti) è partita per prima, si arrivava in boa quasi con un bordo solo a causa di un salto di vento, subito si è innescato il testa a testa tra Essenza e Damanhur, che si aggiudicano rispettivamente la prima e la seconda regata. Un’ ottima Milady segna due terze posizioni a suo vantaggio, mentre la quarta posizione è di Mizar per una e di Baronesa per l’altra regata. Nelle posizioni successive ci sono stati bei duelli anche tra Raffica 2, Tattoo ed Eta beta. Nella classe non Orc si è riproposto lo stesso duello tra le prime due imbarcazioni, Edimetra e Mia, che si portano a casa una vittoria per uno. Anche in questa classe il terzo posto è di un costante Vetrocchio, primo della sua categoria, ma Eika e Jarami seguono sempre in entrambe le regate. 

Informazione pubblicitaria

Nella giornata di domenica 25 era previsto vento molto forte. Il comitato di regata ha saggiamente aspettato che si stabilizzasse, quindi da 27 nodi si è partiti con 12 nodi ma purtroppo  nell’attesa diverse barche hanno subìto danni ad alcune attrezzature e sono state costrette a rientrare a terra. Partenza con diversi Ocs, rientrati. Bordo buono a destra con vento in diminuzione. Tra gli Orc Damanhur in prima netta posizione cede la vetta della classifica ad Essenza in compensato, a seguire Mizar, Baronesa e Milady. Tra i non Orc bellissima regata di Edimetra, la barca del Porto di Tropea, ottima prestazione per Jarami, che si piazza davanti a Mia. Tra i non Orc più piccoli un imprendibile Vetrocchio, seguito da Maria Elena. La classifica generale vede in testa, dopo tre prove, per la classe Orc Regata Essenza di Romano De Paola, per la classe Crociera/Regata Milady, di Gianfranco Pallaria e per la classe Crociera, Illyrja, di Mariateresa Rosarno. Per la categoria non Orc la vetta tra i più grandi è di Edimetra, di Pierluigi Balzano, mentre per i più piccoli è di Vetrocchio di Alfonso Coscarella. Da qui si aspetta con ansia la conclusione della prima manche del campionato invernale per il prossimo sabato 1 dicembre che si svolgerà nel porto di Tropea illuminato per le feste natalizie e anche  per la premiazione e assegnazione del 1^ Trofeo Challange Marina Yacht Club di Tropea. E da qui si riparte per la seconda manche del campionato, quando si inizierà a delineare la classifica relativa al Trofeo Challange per Club Manfredi Liquori. 

LEGGI ANCHESuccesso a Tropea per il primo trofeo Marina Yacht club – Video