Superlega, la Tonno Callipo ritrova tecnica e cuore e batte Ravenna – Video

Vittoria importantissima al PalaValentia per il sestetto di coach Valentini che ottiene tre punti d’oro sia in chiave classifica che per il morale. De Nicolo: «Gruppo che ha voglia di vincere»

Vittoria importantissima al PalaValentia per il sestetto di coach Valentini che ottiene tre punti d’oro sia in chiave classifica che per il morale. De Nicolo: «Gruppo che ha voglia di vincere»

Informazione pubblicitaria
L'esultanza dei giallorossi
Informazione pubblicitaria

Vittoria pesantissima conquistata dalla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia contro la Consar Ravenna. Vittoria tiratissima sul campo in quattro set, vittoria ottenuta davanti ad una splendida cornice di pubblico. Davanti a 1331 spettatori, la squadra di coach Valentini ha piegato la resistenza di un’indomita Ravenna e ha festeggiato i tre punti insieme ai tifosi e agli appassionati di un PalaValentia che ha visto la numerosa partecipazione degli studenti delle scuole vibonesi e delle molteplici società pallavolistiche calabresi accorse a fare il tifo nel catino giallorosso. Dopo un primo set giocato punto a punto con gli ospiti che più volte hanno provato ad allungare, la Tonno Callipo ha perso sul filo di lana il parziale dopo l’errore al servizio di Al Hachdadi. Nel secondo set Marra e compagni mostrano grande cattiveria nella fase break battuta-muro. Ravenna non riesce ad imbastire una reazione efficace e i giallorossi di casa conquistano il parziale 25-16. Da lì inizia una partita tiratissima con un terzo set giocato punto a punto dall’inizio alla fine. Si arriva ai vantaggi e sul 26-26 le due squadre danno vita ad un’azione d’altri tempi: Ravenna è miracolosa in difesa, ma si deve arrendere all’attacco vincente di Kadu prima, e all’errore decisivo sottorete di Saitta che, ostacolando Mengozzi sottorete, commette fallo. E’ 2-1 per la Tonno Callipo che cresce nel quarto set trascinata da Kadu (Mvp del match con 18 punti realizzati) e Al Hachdadi. Nell’economia del match è decisiva però la coralità di gioco espressa dai padroni di casa in termini di punti realizzati con più giocatori in doppia cifra: Skrimov 13 punti e Mengozzi 12 (per il centrale ravennate ex di turno ben 6 i muri realizzati). A Ravenna non è bastato mostrare la consueta determinazione. Troppi gli errori diretti: 35 totali, 12 in attacco. Graziosi ha provato più volte a rimescolare le carte, ma Poglajen (l’argentino, insieme a Russo, il migliore dei suoi con 17 punti e il 65% in attacco) e compagni si sono dovuti arrendere nel quarto set nonostante un estremo tentativo finale di rimonta.

Informazione pubblicitaria

La voce dei protagonisti: Ninni De Nicolo (direttore sportivo Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): «In questa settimana avevamo chiesto una prova di carattere ai ragazzi e posso dire che c’è davvero un gruppo di uomini che stanno bene tra loro, che hanno voglia di vincere e che ci credono sempre». Gianluca Graziosi (allenatore Consar Ravenna): «Partita fotocopia del girone d’andata a parti invertite. Peccato per il terzo set dove abbiamo un paio di possibilità per chiuderlo, ma ci è mancata un po’ di lucidità. Ora dovremo prepararci con grande intensità agonistica verso la prossima sfida contro Castellana Grotte».

Il tabellino della partita. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Consar Ravenna 3-1 (23-25, 25-16, 28-26, 25-22)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Marra (L), Vitelli 7, Marsili, Skrimov 13, Barreto Silva 18, Al Hachdadi 17, Mengozzi 12, Lopez. Non entrati: Cappio (L2), Domagala, Presta, Strohbach. Allenatore: Valentini

CONSAR RAVENNA: Russo 13, Rychlicki 12, Di Tommaso, Poglajen 17, Raffaelli, Saitta, Verhees 5, Goi (L), Argenta 8, Elia, Smidl, Lavia 2. Non entrati: Marchini (L2). Allenatore: Graziosi

ARBITRI: Lot e Gnani

NOTE – Spettatori: 1331; Durata set: 31’, 24’, 37’, 28’. Tot. 120’. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 23, ace 7, ric. pos. 64%, ric. perf. 27%, att. 43%,  muri 12. Consar Ravenna: bs 16, ace 5, ric. pos. 45%, ric. perf. 14%, att. 47%, muri 7.  Mvp: Carlos Eduardo Barreto Silva