Pizzo, successo per la Giornata dello sport

Tra salute e divertimento è andata in scena una manifestazione che ha coinvolto grandi e bambini su svariati temi

Tra salute e divertimento è andata in scena una manifestazione che ha coinvolto grandi e bambini su svariati temi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Grande partecipazione ed obiettivo raggiunto per la Giornata dello sport andata in scena domenica scorsa a Pizzo, che aveva in cartellone numerose iniziative. La giornata è iniziata con l’esibizione delle majorette dell’Istituto comprensivo “Murmura” di Vibo Valentia. Gruppo formato da ragazze della scuola elementare e media e guidato dalla maestra Dina Silipo. A seguire la promozione delle varie discipline sportive, gli screening gratuiti e i massaggi eseguiti dai dottori del centro New Delta e dal settore della medicina dello sport (Cino e Veronica Bilotta). Diversificate le discipline, il tennis con gli sportivi dell’associazione Aessedi Atena e della Federazione italiana tennis; la scuola di danza “Asd Evolution dance” di Pizzo; il kick boxing con gli allievi della “Thunder Pizzo” e, ancora, la dimostrazione della Magna Grecia Calistanic e della scuola calcio Usd Francavilla. Ovviamente non poteva mancare la dimostrazione di primo soccorso a cura del gruppo provinciale della Croce rossa vibonese. Per i più piccini, poi, accompagnati dalla mascotte, i giochi gonfiabili e i percorsi sensoriali. Nel finale della giornata, presentata da Maria Stella Fresca di Magico Evento, la premiazione dei vincitori del torneo di tennis (Lorenzo Accorinti, Francesco Lo Giacco, Filippo Accorinti e Tony Lo Giacco) e di alcune eccellenze dello sport napitino; tra queste Angela De Caria (tennis) e Federica Mirabello (Kick boxing), due giovani promesse dello sport napitino che si stanno distinguendo anche in ambito internazionale.

Informazione pubblicitaria

Per quanto concerne l’aspetto convegnistico, particolare interesse ha offerto la conferenza sul tema “Attività motoria e salute”, una tavola rotonda alla quale hanno dato il loro contributo, tra gli altri, Giuseppe Gambardella, Cino Bilotta, gli amministratori di Pizzo Gianluca Callipo e Giorgia Andolfi, i rappresentanti del mondo scientifico, dello sport e della Croce rossa. Introdotti dal dottore Romeo Aracri i lavori hanno offerto diversi spunti di riflessione sull’importanza dell’attività fisica e di come la stessa possa essere efficace più o quanto una medicina.