Carattere

Francesco Serratore e Cristina Rautu vincono la IV edizione della gara podistica solidale organizzata dall’amministrazione comunale e dagli atleti filadelfiesi

Sport

Hanno partecipato in 162 alla manifestazione podistica non competitiva: 37 nei 100 m (bambini/e ); 20 nei 200 m (bambini/e); 5 nei 400 m (ragazzi/e); 25 nei 1500 metri; 75 alla stracittadina di 6,5 km. Ad ascendere sul podio maschile sono stati: Francesco Serratore, campione regionale in carica di corsa campestre, primo classificato con un tempo di 22 minuti e 10 secondi; Tommaso Fruci, secondo con 22,50 minuti; Fabio Iuliano, terzo con 22,55. A conquistare il podio femminile, è stata Cristina Rautu con un tempo di 30,25 minuti, seguita da Francesca Buccinnà (32,30 minuti) e Silvia Caruso (39,10 minuti). 

«Ancora una volta, il nostro paese si conferma quale esempio di comunità vocata alla solidarietà e allo sport – afferma il sindaco, Maurizio De Nisi – l’ampia partecipazione alla gara podistica solidale riempie tutti noi di soddisfazione e di orgoglio. L’auspicio è che, per il prossimo anno, l’adesione possa essere ancora maggiore». Soddisfatto per l’andamento della manifestazione anche l’assessore comunale Bruno Caruso, che ha tenuto a ringraziare gli atleti e i tanti volontari che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa: «L’evento sportivo nasce da un’idea dell’atleta filadelfiese Davide Giampà, presidente dell’Asd Podistreet, a cui va il merito di aver voluto fortemente riprendere una manifestazione organizzata in passato dal Centro sportivo italiano e dalla Polisportiva Eirene». L’intero ricavato delle iscrizioni alle diverse gare in programma sarà devoluto alla Federazione “Gene” per la neurochirurgia infantile del Policlinico “A. Gemelli” di Roma, fondata dal prof. Giampiero Tamburrini. «Il mio vuole esser solo un sentito ringraziamento alle famiglie, alle associazioni e ai ragazzi che hanno partecipato alla stracittadina e alle diverse gare in programma – aggiunge il delegato allo Sport, Masino Diaco –, sono orgoglioso di potermi occupare di sport in un paese con una così alta percentuale di cittadini che partecipano alla vita sportiva in estate e in inverno».

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook