giovedì,Settembre 29 2022

Mileto in festa per il Giro d’Italia, Vegni: «Amicizia stretta con questa città»

Il direttore della Corsa Rosa ha sostato ed è stato premiato a Mileto nel corso della Palmi-Scalea, accolto dall’“amico” Mimmo Bulzomì. Al suo fianco il vescovo Nostro

Mileto in festa per il Giro d’Italia, Vegni: «Amicizia stretta con questa città»

A Mileto festa grande, ieri, per il passaggio del Giro d’Italia. Nella cittadina normanna le “danze” sono iniziate in tarda mattinata, con la sosta della carovana pubblicitaria lungo Corso Umberto I. Alle 10.30 circa – nell’attesa del transito dei corridori in direzione Scalea – spazio agli spettacoli, alle attrazioni e ai gadget donati ad adulti e bambini dagli sponsor e dalle ditte abbinate alla 105esima edizione della Corsa Rosa. Nella Villa comunale, invece, si è svolta la breve cerimonia che, se mai ce ne fosse stato bisogno, ha sancito ancora di più il forte legame che da sempre intercorre tra lo Sporting Club del patron Mimmo Bulzomi, la stessa Mileto e lo storico evento sportivo.

Il direttore della Corsa Rosa ha sostato ed è stato premiato a Mileto nel corso della Palmi-Scalea, accolto dall’“amico” Mimmo Bulzomì. Al suo fianco il vescovo Nostro

Protagonista, il direttore del Giro d’Italia Mario Vegni, giunto in città a bordo della sua ammiraglia, con al fianco il vescovo monsignor Attilio Nostro, grande appassionato del ciclismo che, poco prima, nella “sua” Palmi, aveva provveduto a impartire la benedizione ai corridori al momento della partenza di tappa. Ad attendere Vegni, lo stesso ex presidente della Federazione ciclistica regionale Bulzomì e il sindaco Salvatore Fortunato Giordano, a sua affiancato dall’assessore allo Sport Rosa Alba Gangemi e da altri esponenti di giunta. Nella Villa comunale il direttore di corsa è stato letteralmente avvolto dall’affetto della folla presente. Nell’occasione è stato anche insignito di un riconoscimento “per l’attenzione e i sentimenti di amicizia e di stima che ha sempre riservato alla Sporting Club e a Mileto”. A seguire, la sottolineatura del forte legame che intercorre tra il Giro d’Italia e questa comunità, l’affettuoso abbraccio con l’amico Bulzomì e la ripartenza a bordo dell’ammiraglia (insieme al vescovo e tra gli applausi) con destinazione finale la località d’arrivo. Per la cronaca, i corridori sono transitati su Corso Umberto I alle 13.30 circa. La “Palmi-Scalea” è stata invece vinta (allo sprint e al fotofinish) dal francese Arnaud Démare. Un dettaglio… a Mileto passato inesorabilmente in secondo piano.

Articoli correlati

top