Volley, Abouba pronto per la Callipo. Il brasiliano tra passioni e ambizioni

L’opposto 25enne alla sua prima uscita pubblica: dalla passione per i videogiochi al suo collega «più forte del mondo», fino al sogno nel cassetto che spera di realizzare partendo proprio dall’avventura vibonese

0
5

L’opposto 25enne alla sua prima uscita pubblica: dalla passione per i videogiochi al suo collega «più forte del mondo», fino al sogno nel cassetto che spera di realizzare partendo proprio dall’avventura vibonese

Aboubacar Drame Neto, detto Abouba
Informazione pubblicitaria

Manca una settimana all’inizio della Superlega e per qualcuno si tratta di un esordio assoluto nel massimo campionato di pallavolo italiano. Ad esempio per Aboubacar Drame Neto, il brasiliano 25enne che vestirà la maglia della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Un palcoscenico importante e ambito per l’opposto verdeoro che dall’età di otto anni insegue con grinta il sogno di diventare un giocatore professionista. Abouba, come lo chiamano tutti, è figlio di immigrati dal Mali, ed è reduce dalla medaglia di bronzo ai Giochi Panamericani 2019 di Lima

Informazione pubblicitaria

«Sono molto emozionato e impaziente – afferma nella sua prima uscita pubblica – di iniziare l’avventura in Superlega. Per me è un’occasione importante che voglio sfruttare al meglio e in cui ripongo tante aspettative». A suo giudizio il pallavolista più forte del mondo è «Ricardo Lucarelli», mentre quello da cui prendere spunto è «Wallace Leandro». L’Italia per lui è una novità. «Sono molto curioso di scoprire questo paese di cui ho sentito parlare tanto anche da altri atleti che come me sono arrivati dal Brasile per giocare nella Superlega italiana. Qualcuno come Raphael Vieira mi ha incoraggiato molto parlandomi anche del suo periodo trascorso con la Tonno Callipo. Ha un bel ricordo ed è ancora molto legato a Vibo e ai suoi tifosi». Il giocatore ha anche parlato di sé: «Nel tempo libero mi diverte giocare ai videogiochi e guardare le partite di pallavolo che resta in assoluto la mia passione più grande», insieme alla famiglia, con i genitori e le tre sorelle. Ma Abouba ha un sogno nel cassetto, e spera di poterlo coronare grazie a prestazioni di livello partendo proprio da Vibo Valentia: «Partecipare al campionato olimpico di pallavolo». I tifosi vibonesi glielo augurano.