In sella con Francesco Moser a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma

Iniziativa benefica a Rosarno dove centinaia di ciclisti si sono ritrovati per una pedalata della solidarietà in compagnia del già campione del mondo. Tra loro anche il gruppo Bicinsieme di San Costantino Calabro

Iniziativa benefica a Rosarno dove centinaia di ciclisti si sono ritrovati per una pedalata della solidarietà in compagnia del già campione del mondo. Tra loro anche il gruppo Bicinsieme di San Costantino Calabro

Informazione pubblicitaria
Il gruppo di San Costantino a Rosarno
Informazione pubblicitaria

Si è svolta domenica 9 ottobre, patrocinata dal comune di Rosarno, la “Pedalata della solidarietà”, iniziativa benefica dedicata alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto scorso. Un appuntamento che ha visto la straordinaria e preziosa presenza del campione italiano e del mondo del ciclismo Francesco Moser. 

Informazione pubblicitaria

Un evento riuscito che ha registrato la partecipazione di molti ciclisti, grandi e bambini, che si sono radunati in piazza Valarioti a Rosarno, desiderosi di dare un aiuto alle popolazioni dell’Italia centrale colpite dal sisma. «Sport e solidarietà a braccetto per il sostegno a chi è stato colpito negli affetti più cari, un segno di fratellanza che fa onore a tutti, organizzatori e partecipanti che hanno dato prova di quanto possa essere importante un piccolo gesto se fatto con il cuore».

IL RACCONTO DI VIAGGIO | Su due ruote dal Vibonese alla terra dei Malavoglia

A sostenerlo è l’associazione Bicinsieme Paesaggi in movimento di San Costantino Calabro che ha preso parte all’iniziativa con una sua rappresentanza. «Un messaggio positivo – sostiene il presidente Raffaele Mancuso – veicolato  attraverso questa manifestazione, che richiama un così grande numero di appassionati, si è voluto dare non soltanto un contributo simbolico e morale ma anche un aiuto concreto alle popolazioni colpite dal sisma». 

Il gruppo vibonese non è nuovo a manifestazioni del genere, ma «è sempre presente anche offrendo la propria collaborazione in favore del prossimo. Una giornata che lascia un buon ricordo e lancia un veritiero messaggio: lo sport unisce, e proprio con questo slogan è iniziata la giornata che ha visto insieme al gruppo di San Costantino Calabro unirsi tanti altri  amici ciclisti del Vibonese e che unitamente hanno raggiunto la città di Rosarno per partecipare alla manifestazione di solidarietà. Sono questi i momenti che lasciano un segno positivo in ognuno di noi, lo sport deve unire e mai dividere,  insieme si costruisce e si vince a prescindere dalle classifiche».