lunedì,Maggio 20 2024

A Rombiolo grandi numeri per la gara sportiva e solidale “Correre per la vita”

Le centinaia di adesioni permetteranno di donare alla comunità due defibrillatori da utilizzare sul territorio rispetto all’unico preventivato

A Rombiolo grandi numeri per la gara sportiva e solidale “Correre per la vita”

Non uno ma ben due defibrillatori da donare alla comunità di Rombiolo e delle rispettive frazioni. A questo ragguardevole risultato ha portato il grande successo ottenuto dalla prima edizione della corsa sportivo-solidale “Correre per la vita”. La gara podistico-amatoriale è stata organizzata dalla locale “Asd Champions Taekwondo” e da altre realtà associative attive nella provincia di Vibo Valentia, con il patrocinio dell’amministrazione comunale. Obiettivo dichiarato, appunto, devolvere il ricavato delle iscrizioni dei partecipanti (quota libera a partire da 5 euro) per l’acquisto del prezioso strumento medico salvavita, fondamentale in caso di arresto cardiaco. Alla manifestazione si attendevano circa 200 atleti, alla fine ai nastri di partenza si sono presentati oltre 300 podisti, desiderosi di praticare la loro disciplina preferita e, nel contempo, di contribuire a una nobile causa.

L’evento, a conti fatti, si è rivelato una vera e propria festa dello sport e della solidarietà, consumatasi alla presenza di oltre 500 spettatori. Palpabile la soddisfazione degli organizzatori. «Oggi abbiamo scritto una bella pagina di storia. Il nostro obiettivo – afferma al riguardo “Asd Champions Taekwondo” – era l’acquisto di un defibrillatore per la comunità ma ci siamo superati, perché grazie all’impegno di tutte le associazioni che hanno sposato questa iniziativa e alla numerosa partecipazione dei cittadini siamo riusciti a raddoppiare l’obiettivo. Pertanto – aggiunge – saranno acquistati due defibrillatori. Ringraziamo tutte le associazioni coinvolte, il Comune di Rombiolo e le persone che ci hanno raggiunto anche dai paesi limitrofi, da Curinga, Filadelfia e Lamezia Terme. Ringraziamo Antonio Rossi per il costante appoggio e supporto. Grazie a tutti, lo sport è vita». Per la cronaca la manifestazione podistica ha previsto una gara amatoriale a passo libero, destinata agli Over 15, e una indirizzata ai più piccoli, con tanto di vincitori e vincitrici che hanno conseguito dei bellissimi premi, fra cui l’apposita medaglia creata dal maestro Antonino La Rosa. Un fattore che, visti i notevoli risvolti sociali, una volta tanto passa indubbiamente in secondo piano

LEGGI ANCHE: Rombiolo, attesa per la corsa sportivo-solidale “Correre per la vita”

top