Superlega: Vibo mette il turbo, Verona battuta in 5 set (TABELLINO E HIGHLIGHTS)

Nuovo successo per la Tonno Callipo Calabria che piega la resistenza degli scaligeri al tie-break. Ancora una rimonta decisiva per le sorti della gara ma i giallorossi si erano fatti rimontare due volte nei set

Nuovo successo per la Tonno Callipo Calabria che piega la resistenza degli scaligeri al tie-break. Ancora una rimonta decisiva per le sorti della gara ma i giallorossi si erano fatti rimontare due volte nei set

Informazione pubblicitaria
Un attacco di Barreto Silva
Informazione pubblicitaria

La Tonno Callipo Calabria non si ferma più. Dopo le vittorie maturate nei precedenti turni contro Padova e Piacenza arriva dalla trasferta della decima giornata sul campo della Calzedonia Verona un nuovo importante successo che rilancia ancor di più le ambizioni dei giallorossi di coach Kantor. Si tratta della quarta vittoria in campionato, la terza consecutiva, la seconda al tie-break, dopo quella contro Milano sempre in trasferta.

Informazione pubblicitaria

Cinque lunghi set in cui Vibo Valentia è stata brava a non perdere di vista l’obiettivo nonostante la doppia rimonta subita dai padroni di casa, dopo essere passata in vantaggio nel primo e nel terzo set. Quindi nel finale del quinto a rimontare una condizione critica è stata proprio la Tonno Callipo ribaltando il risultato dall’11-6 al 12-15 finale. Un po’ come successo nell’ultimo turno al PalaValentia contro Piacenza quando i calabresi sono stati capaci di agguantare un’importantissima vittoria da tre punti annullano 7 palle set agli emiliani e andando a chiudere sul 26-24.

Due punti d’oro quelli ottenuti al Pala Olimpia, peraltro contro una delle formazioni più temibili del torneo che aveva per l’occasione recuperato l’attaccante Kovacevic, tra i migliori dei suoi e best scorer del match con 25 punti. Per Vibo ottima risposta degli attaccanti di palla alta che, quando chiamati in causa, hanno reagito con efficacia e cattiveria.

Bene il martello Barreto Silva, autore di 17 punti con un ace e 2 muri, così come l’opposto Filip Rejlek con 16 punti in attacco, e lo schiacciatore Baptiste Geiler (13 punti con 1 muro e un ace). Non da meno, quando entrato in campo, il secondo opposto Peter Michalovic che ha messo la firma su 7 palloni. Solo uno in meno dei due centrali Rocco Barone (8 punti con 2 muri e un ace) e Deivid Costa (3 muri).

Vibo supera dunque anche lo scoglio Verona dopo una gara dai ritmi serrati che la vede passare in vantaggio nel conto dei set con il risultato di 25-23 nel primo, per poi farsi riagguantare con il medesimo score nel secondo parziale. Risultato speculare nel terzo, grazie al quale i calabresi riguadagnano il vantaggio portandosi sull’1-2.

Flessione del gioco degli ospiti nel quarto set, dominato da Baranowicz e compagni che chiudono i giochi sul 25-19 portando la gara al tie-break. Qui le cose si mettono da subito bene per Verona che prova a strappare la vittoria spingendosi fino all’11-6. Veemente la risposta di Vibo, che ritrova lucidità e cinismo nel finale piazzando un break di 6-0 e spingendosi poi al colpo di reni che vale il definitivo 2-3.

La voce dei protagonisti:
Manuel Coscione, Tonno Callipo Vibo Valentia: «Penso sia un risultato importante su un campo molto difficile, abbiamo fatto una buona gara, non abbiamo mai mollato e questa è una bella caratteristica della nostra squadra. Qui a Verona ho bellissimi ricordi, ho passato un annata fantastica ed è nato pure mio figlio, è una città che porto sempre nel cuore con grande affetto».

Andrea Giani, allenatore Calzedonia Verona: «Partendo dal tie break, possiamo dire che non abbiamo avuto la tranquillità di andarcelo a chiudere. Non eravamo tranquilli nonostante fossimo avanti. Queste purtroppo sono le sconfitte che generano insicurezze perché questa era una partita importante che dovevamo andare a vincere. Il nostro obiettivo è quello di stare tra le prime quattro squadre in classifica. Quello che ci deve premere ora è come lavorare tutti insieme per uscire dalle tre sconfitte consecutive, sapendo che di fronte abbiamo due partite impegnative. Anche questo ci deve far maturare per diventare sempre più squadra».

Il tabellino della partita:

Calzedonia Verona 2

Tonno Callipo Vibo 3

(23-25, 25-23, 23-25, 25-19, 12-15)

CALZEDONIA VERONA: Zingel 9, Kovacevic 25, Lecat 5, Ferreira 6, Giovi (L), Baranowicz 2, Mengozzi 9, Djuric 20, Anzani 3. Non entrati: Paolucci, Holt, Frigo, Stern. Allenatore: Giani.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 8, Coscione 3, Marra (L), Geiler 13, Michalovic 7, Barreto Silva 17, Barone 8, Alves Soares, Diamantini 4, Rejlek 16. Non entrati: Buzzelli, Torchia. Allenatore: Kantor.

ARBITRI: Saltalippi, Santi.

NOTE – Spettatori 2612, durata set: 28′, 28′, 35′, 25′, 20′; tot: 136′. Calzedonia Verona: bs 22, ace 3, ric. pos. 32%, ric. perf. 18%, att. 50%, muri 12. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 17, ace 6, ric. pos. 45%, ric. perf. 37%, att. 44%, muri 10. Mvp: Coscione.

Classifica 10a giornata:
Diatec Trentino 26, Cucine Lube Civitanova 25, Azimut Modena 23, Sir Safety Conad Perugia 19, Calzedonia Verona 19, LPR Piacenza 15, Gi Group Monza 15, Kioene Padova 13, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 11, Exprivia Molfetta 11, Bunge Ravenna 8, Revivre Milano 8, Top Volley Latina 7, Biosì Indexa Sora 7.

Note: 1 Incontro in meno: Diatec Trentino, LPR Piacenza;