venerdì,Settembre 24 2021

Dalla nazionale al campionato, Valentini vuol stupire ancora

Il giovane tecnico vibonese è reduce da un doppio podio conquistato in poco più di un mese con l’Italvolley di Blengini.

Dalla nazionale al campionato, Valentini vuol stupire ancora

Ha conquistato ben due medaglie, una d’argento e una di bronzo, in due diverse competizioni internazionali e in poco più di un mese. Non si tratta di un atleta, ma sui risultati collezionati dalla nazionale italiana di pallavolo in World League e agli Europei, può ben dire che c’è anche la sua firma. Si tratta di Antonio Valentini, giovane tecnico vibonese, vice allenatore della Tonno Callipo Calabria, aggregato allo staff tecnico della nazionale guidata da Chicco Blengini, in qualità di video man. Due importanti risultati per il gruppo azzurro, conseguiti rispettivamente in Giappone dove, nella competizione mondiale, la seconda piazza ottenuta dall’Italvolley è valsa anche la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016, e, il secondo, tra Italia e Bulgaria, dove la nazionale si è giocata il torneo continentale piazzandosi per la terza volta consecutiva sul podio.

Ora Valentini ha fatto ritorno nella sua Vibo per buttarsi anima e corpo nel prossimo impegno quello che lo vedrà protagonista insieme alla formazione giallorossa nel prossimo campionato di serie A2 che prenderà il via proprio domenica al PalaValentia.

«È stata un’esperienza importante, bellissima – ha detto il giovane tecnico riferendosi alla nazionale -. Siamo riusciti ad ottenere due importanti risultati come la qualificazione all’Olimpiade e la medaglia di bronzo agli Europei. Lavorare per la tua nazionale ti fa provare sensazioni straordinarie e, al di là dell’aspetto pallavolistico, mai avrei potuto immaginare di andare in un paese come il Giappone». Ma, lasciate alle spalle le atmosfere orientali, ora è tempo di pensare al campionato e, anche su questo fronte, Valentini ha le idee molto chiare: «lo staff tecnico ha lavorato duro per arrivare al meglio alla prima di campionato. Sarà sicuramente un torneo molto duro così come lo è stato l’anno scorso e speriamo di iniziare bene già domenica contro Civita Castellana». Gara che affronterà al fianco del suo head coach Vincenzo Mastrangelo, tecnico che conosce molto bene: «al di là dell’aspetto lavorativo – ha detto non a caso -, c’è sempre stato un ottimo rapporto e questa sicuramente è una componente che aiuta a lavorare in armonia e sintonia. Conosco la sua filosofia e il suo modo di lavorare e questo mi auguro possa essere un aspetto che ci consentirà di lavorare bene in questa stagione».

Articoli correlati

top