Giro d’Italia, Mileto si tinge di rosa per la presentazione della partenza di tappa

Prevista per il pomeriggio di oggi la conferenza stampa alla quale prenderanno parte, tra gli altri, il campione del mondo Francesco Moser e il telecronista Rai Giorgio Martino
Prevista per il pomeriggio di oggi la conferenza stampa alla quale prenderanno parte, tra gli altri, il campione del mondo Francesco Moser e il telecronista Rai Giorgio Martino
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È una Mileto a tinte rosa, quella che si presenta oggi agli occhi di chi giunge sul territorio. Nonostante manchino ancora molti mesi all’evento, la città è infatti già proiettata alla tappa che nel prossimo mese di maggio la vedrà protagonista del Giro d’Italia, come luogo di partenza. Rigorosamente rosa sono divenuti i pilastri di Palazzo dei normanni, così come la via Episcopio e la piazza antistante la basilica cattedrale, chiesa madre della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea. Dello stesso colore è stato addobbato corso Umberto I e il tratto urbano della strada statale 18. A tutto questo si aggiungono i tanti striscioni e manifesti posizionati e affissi sulle balconate e facciate delle case in stile liberty, e non solo, del centro urbano. Anche questi, è inutile dirlo, chiaramente in tinta rosa. Intanto, in tale contesto cresce l’attesa per la conferenza di presentazione della tappa del 15 maggio “Mileto-Camignatello Silano”, che si terrà questa sera alle 17 nell’auditorium “Monsignor Vincenzo De Chiara”, incastonato all’interno del seminario vescovile. Un incontro su cui l’ex presidente della Federazione ciclistica regionale Mimmo Bulzomì sta lavorando da giorni, di concerto con don Mimmo Dicarlo e il fido Rocco Pellegrino, componenti dell’apposito comitato organizzatore presieduto dal vescovo Luigi Renzo. Tra i presenti, il giornalista Giorgio Martino, autore di memorabili telecronache per le reti Rai, il mitico campione degli anni ‘80 Francesco Moser, il governatore della Calabria Mario Oliverio e il maestro orafo Gerardo Sacco. Prevista anche la partecipazione di autorità civili, politiche e militari provenienti da tutta la regione. Del resto, la tappa assume una valenza che va oltre il semplice contesto locale, visto che sarà l’unica dell’edizione 2020 del Giro d’Italia con partenza e arrivo in Calabria. Quel giorno Mileto potrà assurgere agli onori della cronaca internazionale, avendo modo di mettere in mostra le sue invidiabili bellezze paesaggistiche e storico artistiche, ai più sconosciute.

Informazione pubblicitaria