Superlega, gara infinita al PalaValentia: Vibo piega Padova in 5 set

Una Tonno Callipo mai doma va sotto due volte nel conto dei set ma trova la vittoria nel finale dopo 2 ore e 25 minuti di gioco. Coach Kantor: «Bravi a crederci»

Una Tonno Callipo mai doma va sotto due volte nel conto dei set ma trova la vittoria nel finale dopo 2 ore e 25 minuti di gioco. Coach Kantor: «Bravi a crederci»

Informazione pubblicitaria
Barreto Silva in attacco contro Padova

Una gara infinita, equilibrio tra le forze in campo e un finale emozionante. Il ritorno in campo della Tonno Callipo Calabria, oggi contro Padova davanti ai tifosi di casa al PalaValentia, è segnato da questi fattori sui quali emerge, infine, la grande caparbietà dei vibonesi nel cercare ed ottenere la vittoria nonostante un doppio svantaggio e un finale sofferto chiuso al tie-break sul 21-19. Coscione e compagni tornano dunque alla vittoria contro un’avversaria mai doma che trova in un Maar in grande spolvero il suo miglior realizzatore con 25 punti. Non è da meno il martello brasiliano di Vibo Barreto Silva che risponde a tono (25 punti anche per lui) supportato nei numeri dal connazionale Costa (15 punti con 6 muri) e da quelli di Rocco Barone (9 punti, 5 a muro).

La partita. L’equilibrio è il fattore dominante per buona parte del match. Così nel primo set è Milan, per gli ospiti, ad accelerare dai nove metri per il 9-12 Padova. Veneti che allungano il passo, nonostante il tentativo di Geiler, con Volpato che li porta al set point (19-24) prima della chiusura di Averill a muro sul 19-25.

Le due squadre si equivalgono anche nel secondo set. La Tonno Callipo trova però in Costa l’arma in più e a muro si porta sul 17-14. Ancora un muro di Costa (21-18) e al set point c’è sempre Vibo davanti con un buon margine (24-20). A chiudere è Michalovic con l’attacco che vale l’1-1 nel conto dei set.

Provano la fuga gli ospiti nel terzo set con il break che vale l’8-11. Padova incrementa il vantaggio sul 10-14 ma Barreto Silva guida la reazione dei padroni di casa e dai nove metri trova due punti consecutivi che riportano Vibo a -1 (14-15). Rabbiosa la reazione di Padova che accelera nuovamente il ritmo mantenendo il vantaggio fino al 22-25 finale.

Le due squadre battagliano punto a punto nel quarto set ma ora è Vibo a piazzare un buon break sul 12-9. Vantaggio che rimane invariato sul punto di Rejlek (subentrato a Michalovic) per il 15-12. Costa tiene a distanza i veneti sul 22-19, chiude Barone a muro (25-23).

Quinto set in salita per la Tonno Callipo che parte bene ma subisce il ritorno di fiamma di Padova. Combattutissimo il finale con gli ospiti primi al match point e Vibo a tenergli testa pareggiando i conti sul 14-14. Cambio palla infinito ai vantaggi fino al 21-19 quando è nuovamente Barreto Silva a trovare il punto vincente sbloccando il risultato.

La voce dei protagonisti:
Waldo Kantor: «E’ stata dura perché Padova è una squadra forte che gioca bene. All’inizio hanno giocato bene, hanno sbagliato poco e ci hanno messo in difficoltà. Noi però siamo stati molto bravi a rimontare a spuntarla e a giocare con coraggio e grinta quando è servito. Complimenti ai miei ragazzi».

Valerio Baldovin: «Vibo ha meritato di vincere, a noi è mancato la giusta determinazione nei momenti decisivi del quarto set e nel tie-break. Dobbiamo essere bravi a ripartire in questo momento molto difficile per noi».

Il tabellino della gara:
Tonno Callipo Vibo 3
Kioene Padova 2
(19-25, 25-21, 22-25, 25-23, 21-19)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 15, Coscione 1, Marra (L), Geiler 4, Izzo, Michalovic 7, Barreto Silva 25, Barone 9, Alves Soares 2, Diamantini, Rejlek 15. Non entrati: Torchia (L2), Maccarone, Corrado. Allenatore: Kantor

KIOENE PADOVA: Bassanello, Zoppellari, Shaw 5, Giannotti 14, Balaso (L), Maar 25, Koncilja, Volpato 12, Averill 10, Milan 17, Link, Fedrizzi, Sestan. Allenatore: Baldovin

ARBITRI: Luca Saltalippi e Ilaria Vagni.

NOTE: Spettatori 1000, incasso 2500. Durata set: 27’, 31’, 26’, 32’, 29’. Tot. 145’.

Classifica 8a giornata di ritorno
Cucine Lube Civitanova 56, Diatec Trentino 50, Sir Safety Conad Perugia 47, Azimut Modena 45, Calzedonia Verona 43, LPR Piacenza 34, Gi Group Monza 31, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 26, Bunge Ravenna 23, Exprivia Molfetta 22, Top Volley Latina 20, Biosì Indexa Sora 16, Kioene Padova 15, Revivre Milano 13.