Giro d’Italia a Mileto, ecco da dove partirà la tappa

Una delegazione dell’organizzazione ha effettuato un sopralluogo in città definendo il percorso dei primi metri della settima tappa che porterà i ciclisti dalla cittadina normanna a Camigliatello Silano
Una delegazione dell’organizzazione ha effettuato un sopralluogo in città definendo il percorso dei primi metri della settima tappa che porterà i ciclisti dalla cittadina normanna a Camigliatello Silano
Informazione pubblicitaria
La delegazione del Giro ricevuta a Mileto
Informazione pubblicitaria

Partenza dalla piazza antistante la basilica cattedrale, attraversamento della centrale via duomo, svolta a sinistra dalla chiesa dell’arciconfraternita di San Michele e imbocco di Corso Umberto I in direzione nord. Queste le novità emerse dopo il sopralluogo svolto dalla delegazione della Corsa rosa composta, tra gli altri, da Giusy Virelli, Marco Nardone e Vito Mulazzani, giunta appositamente da Milano per curare i dettagli della tappa del 15 maggio, con partenza prevista da Mileto e arrivo a Camigliatello Silano. Ad accogliere gli esponenti del Giro d’Italia, nei giorni scorsi sono stati l’ex presidente della Federazione ciclistica regionale, nonché guida del locale Sporting Club, Mimmo Bulzomì, il presidente del centro Maranathà e parroco della basilica cattedrale don Domenico Dicarlo e altri esponenti del comitato civico, presieduto dal vescovo Lugi Renzo e sorto ad hoc per l’organizzazione dell’appuntamento ciclistico miletese. La partenza della tappa calabrese avverrà, quindi, in uno degli angoli più suggestivi e belli della cittadina normanna: all’ombra del maestoso campanile della chiesa madre della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea e delle cinque statue bronzee del Cristo, di San Gerlando, di San Francesco di Paola, di Beato Umile da Bisignano e di San Gregorio VII poste sugli altrettanti piloni della facciata in stile lombardo. Capolavori scultorei e strutture architettoniche, che quel giorno potranno essere ammirate e valorizzate su scala internazionale, grazie alle emittenti televisive collegate da tutto il mondo per assistere all’edizione 2020 del Giro d’Italia. Stabiliti gli aspetti logistico-organizzativi, a livello locale non si ferma l’azione del patron Bulzomì per far sì che – grazie all’esperienza acquisita in decenni di attività in Federazione e nel campo dell’organizzazione di grandi eventi ciclistici – tutto, il prossimo 15 maggio, possa svolgersi nel migliore dei modi. Mileto, intanto, si prepara ad accogliere martedì 17 dicembre il trofeo che sarà consegnato nella tappa conclusiva di Milano al vincitore della prossima edizione della Corsa rosa. Il prezioso cimelio sarà ospitato e potrà essere ammirato per tutto il mese di dicembre nel locale Museo statale, afferente al Polo museale della Calabria.

Informazione pubblicitaria