Superlega, Verona piega in tre set una spenta Vibo Valentia

Vita facile per la Calzedonia nella decima giornata di ritorno giocata al PalaValentia. Non basta ad una Tonno Callipo Calabria evanescente per due set, il ritorno di fiamma nel finale del terzo parziale chiuso sul 30-32

Vita facile per la Calzedonia nella decima giornata di ritorno giocata al PalaValentia. Non basta ad una Tonno Callipo Calabria evanescente per due set, il ritorno di fiamma nel finale del terzo parziale chiuso sul 30-32

Informazione pubblicitaria

S’infrangono contro il gioco granitico della Calzedonia Verona le speranze di un ritorno alla vittoria della Tonno Callipo Calabria davanti ai tifosi di casa, dopo il successo al tie-break maturato sette giorni prima contro Padova. Ad avere la meglio nella decima di ritorno giocata oggi al PalaValentia sono infatti gli ospiti di coach Nikola Grbic, capaci di chiudere la pratica in 3 set di fronte ad una Vibo dimessa e poco convinta dei propri mezzi che per due set si mostra evanescente, svegliandosi solo nel combattuto finale del terzo set senza tuttavia riuscire a trascinare il match al quarto parziale.

Partita da subito in salita per i padroni di casa, con Verona che trova il ritmo giusto fin dalle prime battute del primo set. La reazione di Vibo è affidata al centrale Deivid Costa che mette a segno due muri consecutivi portando la Tonno Callipo al -2 (13-15). Verona non si lascia impressionare ed è ancora un muro, questa volta di Kovacevic, a ristabilire le distanze a favore degli ospiti sul 15-20. Calzedonia al set-point sul 18-24, decide l’errore di Michalovic in battuta.

Non cambia il registro nel secondo parziale, quando Vibo si mostra fallosa e poco lucida e, di contro, l’azione degli scaligeri non perde smalto. il coach di Vibo Waldo Kantor prova a rilanciare gettando nella mischia Thiago Alves, ma la Tonno Callipo va addirittura in confusione nella fase centrale del set quando Verona ha gioco facile nel portarsi sul 10-18, massimo distacco nel set. C’è il tentativo di recupero dei padroni di casa nel buon turno in battuta di Barone, che consente di recuperare fino al 17-20. Ad agguantare il set-point è comunque Verona con Djuric (20-24). Chiude Lecat in attacco sul 21-25.

Tonno Callipo più reattiva nel terzo parziale. È di Michalovic (unico tra i suoi in doppia cifra) l’ace del 5-4, ed è sempre l’opposto slovacco a firmare il break dell’8-6. Verona non resta a guardare e si rifà sotto trovando il sorpasso sul 15-16. Le due squadre ingaggiano un serrato testa a testa finché Kovacevic (best scorer con 16 punti) porta i suoi al match-point (23-24) annullato da un primo tempo di Barone che spinge il set ai vantaggi. Vibo guadagna a muro il suo primo set-point della gara (26-25) ma è Verona a creare nuove occasioni per chiedere i giochi. Vibo impatta ancora e trova un nuovo set-point sul 30-29. Dopo un recupero contestato ai giallorossi e il punto (ancor più contestato) assegnato agli ospiti, gli equilibri si ribaltano nuovamente e a chiudere è Kovacevic sul 30-32.

La voce dei protagonisti:
Manuel Coscione (Tonno Callipo Vibo): «Peccato per come abbiamo approcciato la partita, non è facile recuperare quando sei sul 3-10. Siamo stati molli e disattenti, siamo riusciti a rientrare, ma non è bastato. Abbiamo fatto sprazzi di buona gara, soprattutto nel terzo set dove volevamo allungare la partita. Stasera c’è rammarico perché forse stasera non siamo riusciti a dare il nostro 100% abituale».

Michele Baranowicz (Calzedonia Verona): «E’ stato un terzo set durissimo, una vera e propria maratona come con Trento. Era difficile ripartire dopo il 3 a 0 subito con Trento, però questa volta siamo stati bravi e l’abbiamo portata a casa. Abbiamo dominato i primi due set, nel terzo siamo partiti con il freno a mano tirato, ma siamo stati bravi. Questo sono tre punti importantissimi e adesso la testa è già al lavoro che ci aspetta in questa settimana».

Il tabellino della gara:
Tonno Callipo Vibo 0
Calzedonia Verona 3
(19-25, 21-25, 30-32)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 4, Geiler 6, Costa 6, Rejlek 6, Barreto Silva 4, Barone 4, Izzo, Marra (L), Alves Soares 4, Maccarone, Michalovic 10, Diamantini. Non entrati: Corrado, Torchia. Allenatore: Kantor.

CALZEDONIA VERONA: Baranowicz 1, Kovacevic 16, Anzani 12, Djuric 13, Randazzo 9, Zingel 5, Paolucci, Ferreira, Giovi (L), Lecat 1, Stern. Non entati: Frigo, Mengozzi, Stern. Allenatore: Grbic.

ARBITRI: Stefano Cesare e Marco Zavater

Durata set: 25’, 26’, 38’, tot.: 89’. Spettatori: 1200, incasso 3200. Mpv: Kovacevic

Classifica 10a giornata di ritorno:
Cucine Lube Civitanova 62, Diatec Trentino 53, Sir Safety Conad Perugia 53, Azimut Modena 50, Calzedonia Verona 46, LPR Piacenza 37, Gi Group Monza 32, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 26, Bunge Ravenna 26, Top Volley Latina 26, Exprivia Molfetta 22, Kioene Padova 18, Biosì Indexa Sora 17, Revivre Milano 15.