Superlega, colpaccio Tonno Callipo: stende Ravenna e blinda i play-off

Nell’ultima giornata di regular season i vibonesi hanno la meglio in quattro set densi di emozioni. Generosa la prova dei giallorossi trascinati da un super Coscione. Coach Kantor: «Non abbiamo mai mollato»

Nell’ultima giornata di regular season i vibonesi hanno la meglio in quattro set densi di emozioni. Generosa la prova dei giallorossi trascinati da un super Coscione. Coach Kantor: «Non abbiamo mai mollato»

Informazione pubblicitaria
La gioia di Vibo a fine match

Fa sua la gara più importante della regular season la Tonno Callipo Calabria imponendosi per 3-1 in un match ricco di colpi di scena sul campo della diretta rivale Bunge Ravenna. La compagine calabrese espugna quini il Pala De Andrè battendo la squadra di casa con una vittoria da tre punti ovvero quanti servivano per riconquistare l’ottavo posto e staccare il pass per i play-off scudetto.

La squadra di Kantor, al ritorno nella massima serie dopo due anni, entra così nel lotto delle prime otto della SuperLega UnipolSai 2016-17 e ribalta i pronostici di inizio stagione che la vedevano inserita nelle retrovie della classifica dagli addetti ai lavori. Undicesima vittoria conquistata per Coscione e compagni che, con i sei punti ottenuti nelle ultime due partite, sorpassano i ravennati e ottengono il tanto agognato accesso al ristretto club di formazioni che si contenderanno lo scudetto. Sulla sua strada, ora, la capolista Cucine Lube Civitanova degli ex Blengini, Kaliberda e Corvetta nei quarti di finale.

I giallorossi di Vibo disputano i primi due set su altissimi livelli nella correlazione muro-difesa e in battuta mettendo molta pressione ad una Ravenna alla quale bastava solo un punto per mantenere la posizione acquisita domenica scorsa. Molta la tensione in campo per quella che aveva il sapore di una vera e propria finale. Fattore che si fa sentire per Vibo soprattutto nel terzo parziale, quando gli uomini di Kantor si vedono surclassare dai padroni di casa con un netto 25-12. Come se non bastasse arriva, nel corso dello stesso sfortunato parziale, l’infortunio dello schiacciatore Baptiste Geiler che cade male dal muro e accusa una distorsione alla caviglia, lasciando poi il campo dolorante. Vibo non demorde e trova la forza per portare a casa l’obiettivo nel quarto e ultimo set.

Manuel Coscione, condottiero della squadra e premiato come Mvp del match, guida i suoi alla perfezione dando la giusta carica esplosiva ad una squadra scesa in campo con tanta fame di vincere. Gli ace dello stesso capitano, di Geiler, Barreto Silva e Michalovic (decisiva la sua battuta vincente nel finale di quarto set) hanno dato fatto la differenza nell’economia globale del match e gli ingressi dei vari Thiago Alves e Barone hanno fornito energie e forza fresche. 

La cronaca della partita. Nella prima frazione un muro di Spirito spinge la Bunge sul 7-4, ma Vibo Valentia risponde con gli ace di Coscione e Geiler, che la spediscono sul 15-17. Michalovic mette a terra la palla del 16-20, poi i padroni di casa sul turno in battuta di Torres annullano tre set ball, pareggiando il conto sul 24-24. Il portoricano però tira in rete il servizio e manda fuori la schiacciata, regalando il vantaggio ai calabresi (24-26).

Nel secondo parziale partono bene i ravennati, che scattano sul 7-4 con Lyneel, per poi allungare con Torres per il 15-11. L’errore di Barreto Silva vale il 18-13, ma il Tonno Callipo non molla e ricuce lo strappo grazie al muro di Costa e all’ace di Geiler: 21-22. Il francese mette a terra la palla del 22-24 e al secondo set ball decide Diamantini: 23-25.

Il terzo periodo è un monologo di Ravenna, che approfitta di un calo di tensione degli avversari e va sul 7-1, per allungare con decisione grazie a un muro di Ricci: 17-5. Vibo Valentia perde Geiler per infortunio e i romagnoli dimezzano senza problemi lo svantaggio con Lyneel (25-12).

Nel quarto set che vale i play-off c’è grande tensione in campo: Ricci spinge la Bunge sul 10-7, ma il Tonno Callipo la acciuffa grazie a un’invasione di Spirito (11-11). Si viaggia sul filo dell’equilibrio ed è un muro subìto da Lyneel che manda a +2 i calabresi (17-19), poi ripresi da Bossi: 20-20. A spaccare la frazione è però l’ace di Michalovic (22-24), con la squadra di Kantor che festeggia la vittoria grazie al punto finale di Barreto Silva: 23-25.

La voce dei protagonisti:
Fabio Soli (Allenatore Bunge Ravenna): «Mi dispiace tantissimo per i ragazzi, perché avrebbero meritato di partecipare ai Play Off per il lavoro svolto in una Regular Season comunque positiva. Purtroppo siamo partiti troppo tesi, ma lo stesso siamo riusciti a stare sempre attaccati a Vibo Valentia: i nostri avversari ci hanno messo tanta pressione in battuta e i loro ace alla fine sono risultati decisivi. Nel secondo e nel quarto set eravamo troppo preoccupati, peccando un po’ di inesperienza, mentre loro hanno viaggiato sempre alla stessa velocità. Non sarà facile riprenderci da questa sberla, ma guardiamo al futuro e ad affrontare al meglio i playoff per il quinto posto».

Waldo Kantor (Allenatore Tonno Callipo Vibo Valentia): «Abbiamo giocato molto bene e questa vittoria è il risultato di una grande prova su tutti i livelli, sia tecnici, sia psicologici. Siamo stati bravi a restare sempre sul pezzo e devo fare i miei complimenti ai ragazzi perché non era facile giocare qui a Ravenna. Il nodo cruciale del match è stato il secondo set: noi ci abbiamo sempre creduto, anche quando eravamo sotto, e non abbiamo mai mollato, facendo la nostra partita. Adesso ci aspetta un’altra bella avventura nei play-off, che proveremo a giocare al massimo delle nostre possibilità. E’ il giusto premio alla scelta coraggiosa del nostro presidente Callipo di ritornare a disputare il campionato maggiore».

Il tabellino della partita:
Bunge Ravenna 1
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3
(24-26, 23-25, 25-12, 23-25)

BUNGE RAVENNA: Spirito 4, Van Garderen 16, Ricci 7, Torres 15, Lyneel 16, Bossi 13, Goi (L), Leoni, Raffaelli, Marchini, Grozdanov. Non entrati: Kaminski, Calarco. Allenatore: Soli.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 4, Geiler 11, Costa 7, Michalovic 11, Barreto Silva 11, Diamantini 8, Barone 3, Marra (L), Rejlek 2, Alves Soares 4, Corrado. Non entrati: Maccarone, Izzo. Allenatore: Kantor.

ARBITRI: La Micela, Saltalippi.

NOTE: Spettatori 3200, incasso 10467. Durata set: 31′, 35′, 24′, 32′; tot: 122′. Mvp: Coscione

La classifica nell’ultima giornata di regular season:
Cucine Lube Civitanova 67, Diatec Trentino 59, Sir Safety Conad Perugia 59, Azimut Modena 50, Calzedonia Verona 50, LPR Piacenza 40, Gi Group Monza 34, *Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 32, *Bunge Ravenna 32, Top Volley Latina 26, Exprivia Molfetta 25, Biosì Indexa Sora 20, Kioene Padova 19, Revivre Milano 15.

Note: Un incontro in più Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia e Bunge Ravenna.