Vibonese, il ritorno al gol di Bubas e l’abbraccio con il piccolo Santiago – Video

Nel giorno della sua centesima presenza in campionato in rossoblù, il capitano rompe un digiuno durato ben tre mesi
Nel giorno della sua centesima presenza in campionato in rossoblù, il capitano rompe un digiuno durato ben tre mesi
Informazione pubblicitaria
L'abbraccio di Nicolas Bubas al figlio Santiago
Informazione pubblicitaria

È andato a festeggiare con il piccolo Santiago. Suo figlio attendeva, come tutti d’altronde, il ritorno al gol.

Una rete arrivata nel giorno della centesima presenza in campionato con la maglia della Vibonese. Oltre tre mesi di astinenza per Nicolas Bubas. L’ultima traccia l’aveva lasciata il 9 novembre nella gara vinta contro il Rieti, sempre al Luigi Razza.

Poi qualche colpo a vuoto, compresa anche un’espulsione evitabile contro la Cavese e la successiva squalifica per due giornate. Nel turno precedente, contro il Picerno, due chance non sfruttate a dovere. Due occasioni malamente sprecate da parte di un attaccante che aveva avuto un brillante avvio di stagione.

E quindi tutti a chiedersi dove fosse finito quel bomber che stupiva e che colpiva, con realizzazioni da applausi.

Ben otto volte aveva segnato nelle prime 14 giornate, quando era ai vertici della classifica dei marcatori e tutti ne ammiravano rendimento e concretezza. Poi si è infilato in quel tunnel dal quale ne è uscito, si spera in maniera definitiva, domenica scorsa contro la Viterbese.

Berardi si è procurato un calcio di rigore nella prima frazione e Nicolas Bubas lo ha realizzato, tornando così a colpire dopo tanto tempo. Nella ripresa ha sprecato una ghiotta palla gol. La prossima missione, pertanto, dovrà essere quella di tornare a segnare una rete su azione. Intanto può finalmente sorridere e quell’abbraccio a Santiago vale molto più di un gol.

Informazione pubblicitaria