Serie C, la Vibonese rinuncia ai play-off. Caffo: «Scelta sofferta»

Il patron rossoblù: «Preferiamo guardare alla tenuta economica del club e non rincorrere normative dichiarate “inapplicabili” anche dall’associazione dei medici dello sport»
Il patron rossoblù: «Preferiamo guardare alla tenuta economica del club e non rincorrere normative dichiarate “inapplicabili” anche dall’associazione dei medici dello sport»
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

L’Us Vibonese Calcio comunica ufficialmente di rinunciare agli eventuali playoff che potrebbero concretizzarsi nelle prossime settimane. «Una scelta dolorosa ma necessaria per salvaguardare il diritto finanziario che ha fatto di questa società un fiore all’occhiello in Serie C», si spiega in una nota. «È una decisione sofferta – commenta il patron rossoblù Pippo Caffo – ma con così troppe incognite preferiamo guardare alla tenuta economica del club e cominciare ad organizzare la prossima stagione piuttosto che rischiare di rincorrere normative dichiarate “inapplicabili” anche dall’associazione dei medici dello sport e piuttosto onerose, senza tra l’altro – ha ribadito – avere la certezza di disputare gli spareggi. È bene ricordare – ha aggiunto – che la nostra partecipazione ai playoff, non è affatto scontata in quanto legata al risultato della finale di Coppa Italia Juventus U23 – Ternana prevista per il prossimo 27 giugno 2020. Un punto interrogativo troppo grande che ad oggi non permetterebbe l’organizzazione delle gare in puntuale obbligatoria esecuzione degli adempimenti previsti dal regolamento sanitario, strutturale ed organizzativo delle stesse. Ovviamente c’è rammarico per lo staff, i ragazzi ed i tifosi ai quali va il nostro sentito ringraziamento» ha concluso Caffo.

Informazione pubblicitaria