Vibonese calcio: per ora la squadra resta in serie D (VIDEO)

Il Tar del Lazio con un provvedimento collegiale respinge la richiesta di sospensiva della decisione del 15 settembre scorso emessa dal Collegio di garanzia del Coni. Ancora da discutere il merito del ricorso 

Il Tar del Lazio con un provvedimento collegiale respinge la richiesta di sospensiva della decisione del 15 settembre scorso emessa dal Collegio di garanzia del Coni. Ancora da discutere il merito del ricorso 

Informazione pubblicitaria

Resta in serie D la Vibonese Calcio. Almeno per ora ed almeno in attesa che i giudici amministrativi del Lazio non si pronuncino nel merito del ricorso. Il Tar Lazio (presidente estensore il giudice Germana Panzironi, giudici consiglieri Alessandro Tomassetti e Francesca Petrucciani) ha infatti respinto la domanda cautelare della U.S. Vibonese Calcio srlovvero la richiesta di sospensiva della decisione del 15 settembre scorso emessa dal Collegio di Garanzia per lo Sport del Coni – contro la Lega Italiana Calcio Professionistico – Lega Pro, in persona del legale rappresentante, rappresentata e difeso dagli avvocati Lorenzo Lentini e Chiara Faggi.

Per i giudici amministrativi, da un primo esame proprio della sede cautelare, non appaiono sussistenti i motivi per concedere la sospensiva e far rientrare la Vibonese in serie C, sia in relazione al “fumus boni iuris”, sia in relazione al “periculum in mora”. 

Con riguardo a tale ultimo requisito, il danno prospettato dalla Vibonese appare “recessivo rispetto all’interesse della Federazione e della Lega Pro all’ordinato svolgimento di due campionati, ormai iniziati, essendo state svolte, per entrambi, 5 giornate di calendario”.

Per tali motivi la domanda cautelare della Vibonese, rappresentata e difesa dagli avvocati Gabriele Cacciotti e Pierpaolo Cacciotti è stata respinta.