Campo sportivo di Joppolo dichiarato agibile

Dopo quasi quattro anni la locale squadra di calcio potrà disputare le partite nella struttura sita sul lungomare e che era stata inibita perché privo del certificato di agibilità

Dopo quasi quattro anni la locale squadra di calcio potrà disputare le partite nella struttura sita sul lungomare e che era stata inibita perché privo del certificato di agibilità

Informazione pubblicitaria

Il campo sportivo comunale sito sul lungomare di Joppolo, località San Bruno Melia, finalmente è agibile. E’ quanto, si evince dalla certificazione pubblicata il 31 ottobre sull’albo pretorio dell’ente e sottoscritta dal responsabile dell’Area tecnica. Un’ottima notizia dopo quasi quattro anni (3 anni, 8 mesi e 10 giorni per l’esattezza) di inibizione dell’impianto sportivo che ha portato l’Acd Joppolese a peregrinare negli stadi dei comuni limitrofi.

La storia. Il campo sportivo del comune di Joppolo è stato destinatario di tre interventi: il primo risalente al 2001 prevedeva la realizzazione di spogliatoi e servizi igienici; il secondo intervento del 2010 prevedeva la realizzazione di un impianto di illuminazione con 8 pali e 16 proiettori, la pavimentazione dell’area esterna agli spogliatoi e la sistemazione del terreno di gioco.

Il campo sportivo rimaneva però privo del certificato di agibilità e nel febbraio 2014 , quindi, la Commissione straordinaria ne vietava l’utilizzo. Il 3 giugno 2015, acquisiti i pareri favorevoli dei vigili del fuoco, dell’Asp e del Coni, la Commissione straordinaria approvava il progetto esecutivo per realizzare i lavori. Il terzo intervento ha infine riguardato la messa in sicurezza della struttura sportiva e la dichiarazione di agibilità per un numero di spettatori inferiore a 500.

Dopo circa un anno di stasi, il 25 maggio dello scorso anno  venivano così avviati i lavori, rallentati anche a causa di una variante di progetto. La consegna dei lavori da parte della ditta esecutrice è avvenuta l’1 giugno scorso, mentre il 18 e 19 settembre sono stati effettuati i lavori di scorticamento del manto erboso del campo sportivo da parte di una ditta altamente specializzata.

Il 2 ottobre scorso, la Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, convocata e presieduta dal consigliere Giovanni Preiti, delegato dal sindaco, ha infine espresso all’unanimità il proprio parere favorevole all’agibilità del campo sportivo prescrivendo alcuni piccoli interventi che hanno portato al certificato attestante l’agibilità del campo sportivo per una capienza effettiva massima di 499 spettatori.

Il passo successivo, per il quale è già stato fissato oggi un Consiglio comunale, sarà quello di deliberare il regolamento per l’uso e la gestione degli impianti sportivi comunali. Pertanto l’Acd Joppolese che ieri ha esordito in terza categoria nel campo del Filandari, dalla prossima partita potrà giocare sul terreno di casa dello stadio comunale in San Bruno Melia di Joppolo. Soddisfazione per l’obiettivo raggiunto da parte di tutta l’amministrazione comunale guidata da Carmelo Mazza e in particolare dal consigliere Giovanni Preiti che da gennaio 2017 ha seguito in prima persona tutte le operazioni, che hanno portato di fatto al risultato tanto atteso.