Superlega, “Ko” Tonno Callipo: Perugia passa in tre set al PalaValentia

Spettacolo e divertimento per i 2000 spettatori presenti alla gara. Pronostico pienamente rispettato ma, dopo un primo set disastroso, i giallorossi di Tubertini mettono in difficoltà la corazzata umbra trascinata dal “bomber” Atanasijevic

Spettacolo e divertimento per i 2000 spettatori presenti alla gara. Pronostico pienamente rispettato ma, dopo un primo set disastroso, i giallorossi di Tubertini mettono in difficoltà la corazzata umbra trascinata dal “bomber” Atanasijevic

Informazione pubblicitaria
Un attacco di Zaytsev
Informazione pubblicitaria

La capolista arriva al cospetto della Tonno Callipo Vibo con i favori del pronostico, e di fronte ai 2000 del PalaValentia non ci sono colpi di scena: Perugia incassa il bottino pieno al termine di tre set e poco più di un’ora e venti di gioco, saluta e ringrazia. Il risultato, tuttavia, non rispecchia a pieno l’andamento della gara e, soprattutto, non rende giustizia alla generosità e allo spirito combattivo messo in campo dai padroni casa che fanno di tutto per complicare la vita ad una formazione tecnicamente inarrivabile. A parte il primo set (da dimenticare) Vibo si batte a viso aperto e senza timori reverenziali e, alla fine, a decidere in questi termini le sorti dell’ottava di Superlega dei vibonesi sono alcuni episodi sfavorevoli.

Informazione pubblicitaria

Ospiti subito con il piede pigiato sull’acceleratore nel primo set: Russel firma il 4-0 Perugia. Atanasijevic allarga il divario sull’1-7. Perugia dilaga a muro (6 nel parziale) e doppia la Tonno Callipo (9-18). Antonov ci prova siglando in pipe l’11-20. Ma il margine è troppo ampio e gli umbri hanno vita facile nel finale: chiude Podrascanin a muro (13-25).

Antonov mette Vibo davanti in avvio di secondo set (4-3). L’ace di Atanasijevic rimette i conti in parità e Perugia ribalta da lì a poco nuovamente gli equilibri portandosi sull’11-14. C’è la veemente reazione dei padroni di casa che, nel turno in battuta di Patch, rimettono il naso davanti con Lecat (15-14), segnando un parziale di 4 punti. Nuovo capovolgimento di fronte a favore di Perugia (16-18). Presta prova a tenere il passo della Sir (18-22) e con l’ace di Antonov, Vibo rimonta fino al 22-23. Zaytsev porta i suoi al set-point. È ancora Podrascanin a chiudere sul 23-25.

Avvio di terzo set incerto. De Cecco abbandona il campo dolorante, per farvi ritorno dopo una manciata di scambi. C’è l’ace di Verhees per il pareggio di Vibo sul 7-7. È ancora il centrale belga a portare la Tonno Callipo in vantaggio a muro (12-11) e Lecat ad allungare sul 13-11. Vibo c’è, ed è Coscione, dai nove metri, a mettere a ferro e fuoco la ricezione ospite con due punti consecutivi (16-12). Perugia risale in cattedra, recupera lo svantaggio e si rimette davanti con l’ace di Zaytsev che vale il 19-20. La Tonno Callipo tiene testa alla capolista e si rimette davanti sul 22-21 ma al match-point ci va Perugia, favorita dall’errore di Coscione. Chiude Atanasijevic sul 23-25 ed è 3-0 Perugia.

Il tabellino della gara:
Tonno Callipo Vibo 0
Sir Safety Perugia 3
(13-25, 23-25, 23-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa, Coscione 2, Marra (L), Lecat 9, Izzo, Antonov 11, Massari, Domagala 1, Verhees 7, Patch 9, Presta 1. Non entrati: Corrado, Torchia. Allenatore: Tubertini.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Shaw, Russell 7, Zaytsev 11, Della Lunga 1, Berger, Colaci (L), Atanasijevic 14, De Cecco 3, Anzani 5, Podrascanin 11. Non entrati: Ricci, Cesarini (L), Siirila, Andric. Allenatore: Bernardi.

ARBITRI: Giorgio Gnani, Giuliano Venturi.

NOTE: Spettatori: 2000, incasso: 9000. Durata set: 21′, 31’, 30’, tot.: 82’.