Vibonese, altro ricorso “inammissibile”. Ormai si è perso il conto

Parla il Tribunale Nazionale Federale in seguito alla decisione del Collegio di Garanzia del Coni ed il rinvio allo stesso Tnf

Parla il Tribunale Nazionale Federale in seguito alla decisione del Collegio di Garanzia del Coni ed il rinvio allo stesso Tnf

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ormai non fa più notizia. O quasi. Neppure tra i massimi dirigenti rossoblù. La Vibonese è ormai mente e corpo concentrata alla Serie D e neanche l’ennesima “bocciatura” smuove più di tanto gli animi. Anzi. La “C” d’ufficio è solo un ricordo. L’obiettivo adesso è la conquista della terza serie sul campo. I giudici di giustizia sportiva erano stati chiamati nuovamente in causa dal Collegio di Garanzia del Coni che aveva accolto il ricorso di Figc e Lega Pro.

Informazione pubblicitaria

Il comunicato ufficiale. “Il Collegio di Garanzia sottolinea che la Vibonese avrebbe dovuto sollecitare a tali ultimi organi l’esercizio delle proprie prerogative e, eventualmente, agire avverso l’eventuale silenzio serbato. In data 11 novembre 2017 la Us Vibonese ha formulato istanza con la quale ha chiesto che il Collegio provvedesse ad integrare il contraddittorio nei confronti della Figc e della Lega Pro, in ossequio a quanto sancito dalla decisione del Collegio di Garanzia che ha ritenuto che le stesse dovessero essere parti necessarie del giudizio. Nel corso dell’udienza tenutasi in data 17 novembre 2017, il legale della Us Vibonese ha insistito nella richiesta. Il Collegio, alla luce degli atti e del pronunciamento del Collegio di Garanzia del Coni, ritiene che il presente ricorso sia inammissibile”.

LEGGI ANCHE:

Vibonese calcio, il Consiglio di Stato conferma: rossoblu in Serie D

Vibonese calcio: per ora la squadra resta in serie D (VIDEO)

Vibonese Calcio: il Tar respinge l’istanza cautelare

Vibonese Calcio: ecco il perché della decisione e la norma violata