Superlega, Tonno Callipo in un tunnel senza uscita: vita facile per Piacenza a Vibo (VIDEO)

Al PalaValentia, nella seconda di ritorno gli emiliani dominano e chiudono i conti in 4 set. È l’ennesima sconfitta per i giallorossi di Tubertini 

Al PalaValentia, nella seconda di ritorno gli emiliani dominano e chiudono i conti in 4 set. È l’ennesima sconfitta per i giallorossi di Tubertini 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ennesima disfatta per la Tonno Callipo Calabria nel turno interno della seconda di ritorno, disputato al PalaValentia contro la Wixo Lpr Piacenza. Un tunnel dal quale Vibo non riesce ad uscire, collezionando la nona sconfitta consecutiva, la quinta di fila in casa, e rimanendo relegata nei bassifondi della classifica di Superlega

Informazione pubblicitaria

Una Piacenza che è stata trascinata alla vittoria dai suoi due campioni, capitan Fei, e Leonel Marshall. L’italo cubano, che si era infortunato proprio nel match d’andata contro i giallorossi, è ritornato per la prima volta ad occupare il ruolo di schiacciatore. Una prova maiuscola per il classe 1979, premiato come Mvp, dell’incontro. Entrato nel corso del secondo set al posto di Clevenot, Marshall è stato l’assoluto trascinatore nel terzo set mettendo a segno 10 punti (80% in attacco e 2 muri). Nondimeno Fei, che ha realizzato 21 punti (47% in attacco) e ben 6 muri. L’incipit della partita è stato arricchito dalla bellissima festa instaurata dai tifosi vibonesi e piacentini (i Lupi Biancorossi sono arrivati in 7 dall’Emilia dando vita a tre giorni di festa con i componenti della fossa giallorossa vibonese).

La partita. Sono gli ospiti a dettare i tempi in avvio di primo set. Il muro di Fei su Lecat vale il 2-5 Piacenza ed è ancora lui a muro a portare i suoi sul 2-8, con Vibo che appare da subito in grossa difficoltà. Ospiti che si mantengono in vantaggio con Clevenot per il 9-13. Quindi due ace di Coscione e Antonov rimettono in corsa Vibo (11-13) ma Parodi vanifica la rincorsa giallorossa (18-20). La parità è però solo questione di un break: Vibo trova quello giusto a muro e si porta sul 20-20. Fei e Patch ingaggiano una sfida a distanza nella parte finale ma a decidere il parziale sul 23-25 ospite è un errore dei padroni di casa in battuta.  

Più decisa l’azione vibonese nel secondo parziale con Antonov che in avvio spinge i suoi sul 6-3. Vibo mantiene 1-2 lunghezze di vantaggio ma è ancora “Fox” Fei a rimettere lo score in parità (11-11) e a rimettere gli emiliani davanti di un break (11-13). Vantaggio che la Wixo mantiene con Baranowicz (18-20) prima di subire il ritorno di Vibo che riaggancia gli ospiti e, con Antonov, si riporta a sua volta davanti (23-22). Chiude Patch a muro per il 25-23 ed è il pareggio nei set (1-1). 

Nel terzo set, l’errore al servizio di Antonov favorisce il 2-5 Piacenza. Clevenot mura Patch per l’5-8 emiliano. Segue il time out di Tubertini. Costa spedisce fuori e Piacenza si mantiene davanti 9-13. Patch ci prova firmando il 14-15. Antonov mantiene Vibo ad una lunghezza (16-17) ma Marshall non sbaglia e supera il muro di Vibo per il 17-19. Marshall è indomabile e porta i suoi sul 17-23. L’errore di Vibo al servizio favorisce il 2-1 della Wixo sul 18-25. 

È ancora Piacenza a dominare nel quarto set con Fei che mette a terra il diagonale dell’1-6 che sull’errore di Lecat al servizio diventa 3-8. Marshall versione schiacciasassi mette a terra la palla del 6-13 Wixo e per Vibo si spegne ancora la luce. I padroni di casa ci provano con Lecat a muro (14-19) ma Marshall e gli errori giallorossi spianano la strada agli emiliani fino al match-point del 16-24. A decidere è un nuovo errore dai nove metri. Si torna in campo domenica alle 18 con Padova-Vibo. 

Il tabellino della gara:

Tonno Callipo Vibo 1

Wixo Lpr Piacenza 3

(23-25, 25-23, 18-25, 19-25)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Costa 6, Coscione 3, Marra (L), Lecat 4, Izzo, Antonov 15, Massari 5, Domagala, Verhees 10, Patch 19, Presta. Non entrati: Corrado, Torchia. Allenatore: Tubertini 

WIXO LPR PIACENZA: Manìa (L), Parodi 5, Alletti 8, Giuliani (L2), Marshall 14, Di Martino, Baranowicz 4, Kody, Yosifov 9, Fei 21, Clevenot 8, Cottarelli. Non entrati: Hershko. Allenatore: Giuliani. 

ARBITRI: Giuliano Venturi, Marco Braico.

NOTE: Durata set: 29’, 35’, 24’, 27’, tot.: 115’.