domenica,Maggio 9 2021

Solo un punto per la Vibonese nella gara interna con il Bisceglie

Il solito Plescia illude i rossoblù, subito raggiunti dai pugliesi con Mansour. Nella ripresa traversa degli ospiti e nel finale parata decisiva di Marson per salvare il risultato di 1-1

Solo un punto per la Vibonese nella gara interna con il Bisceglie

Al ritorno in campo dopo la sosta, la Vibonese conquista un pari interno contro il Bisceglie che non può soddisfare. Un punto contro un avversario alle prese con la bassa classifica, in un turno casalingo che si doveva sfruttare diversamente. Il tutto in una gara sostanzialmente piacevole, nella quale però ci si aspettava qualcosa in più da parte della squadra di Galfano, che non vince da cinque giornate (4 pareggi) e che ha conquistato un solo successo nelle ultime dieci sfide disputate. E per come sono andate le cose, alla luce della traversa colpita dagli ospiti nella parte finale della ripresa, addirittura può anche andar bene così.
Angelo Galfano deve rinunciare a Redolfi in difesa, ma recupera Bachini. Il rientrante Pugliese parte dalla panchina assieme a Statella. In avanti, nel tridente, c’è il debutto assoluto del giovane Mancino, classe 2001, assieme a Plescia e Berardi. Il tecnico rossoblù si affida quindi al 3-4-3.
Dall’altro lato manca l’ex difensore Altobello, squalificato. Il tecnico Bucaro, che torna in panchina dopo una lunga squalifica, propone il 4-2-3-1, con il neo acquisto Romizi in mediana e Musso terminale offensivo.
Bisceglie che parte in maniera subito propositiva e al 6’ sfiora il gol quando Mansour, su cross di Sartore, schiaccia alto da pochi passi. La risposta rossoblù si concretizza all’11’ quando Laaribi verticalizza alla grande per Berardi che mette subito al centro dove Plescia da un metro depone in rete quasi di tacco. Un’azione da manuale. Settimo gol per l’attaccante preso in prestito dal Renate dal ds Condò.
Ma ricordate il colpo di testa di Mansour? Bene, quel campanello d’allarme, evidentemente, non è raccolto dalla Vibonese perché al 17’ su cross di Musso, ancora Mansour schiaccia di testa, anticipando Ciotti, dalla stessa posizione in cui al 6’ aveva mandato alto. Stavolta l’esterno d’attacco dei pugliesi inquadra la porta e sigla il gol del pari. Due minuti più tardi bella azione del Bisceglie con tiro di Cittadino bloccato da Marson. Dall’altro lato Plescia calcia alto in diagonale. Il match rimane vivace e interessante. Alla mezzora ci prova Giron su calcio da fermo con il portiere di casa che blocca sicuro. Al 35’ chance per la Vibonese: Berardi lanciato verso la porta brucia tutti in velocità e calcia in porta, ma Russo in uscita respinge.
Il primo tempo termina in parità. Nella ripresa la gara stenta a decollare. Al 13’ Galfano cambia: entrano il giovane Falla (2003) e l’esperto Statella. Il modulo rimane sempre lo stesso. Poco dopo ripartenza veloce di Berardi, tiro e palla a lato. Il Bisceglie sembra in debito di ossigeno. Si rivede anche Pugliese fra i locali. Al 24’ Ciotti va al tiro, deviato da un difensore, che il portiere dei pugliesi blocca in due tempi.

Articoli correlati

top