La Vibonese al Luigi Razza ritrova da avversari Campilongo e Bubas – Video

I rossoblù ospitano una Cavese ultima in classifica, ma fortemente rinforzata in sede di calciomercato. Dopo sei gare senza vittorie, alla squadra di Galfano servono i tre punti
I rossoblù ospitano una Cavese ultima in classifica, ma fortemente rinforzata in sede di calciomercato. Dopo sei gare senza vittorie, alla squadra di Galfano servono i tre punti
Informazione pubblicitaria

A distanza di un anno, la Cavese torna a giocare a Vibo. Anche stavolta sulla panchina degli aquilotti c’è Sasà Campilongo, che pure in questa circostanza proverà a fare un brutto scherzetto alla sua ex squadra. I campani sono ultimi in classifica, ma nelle ultime gare hanno mostrato evidenti segnali di crescita, subendo due sconfitte immeritate sotto la gestione Campilongo. Il tecnico sta cercando di dare la scossa ad una squadra fortemente rivoluzionata in sede di calciomercato e, sui canali social del club campano, suona la carica: «È arrivato il momento di osare. Dobbiamo andare a Vibo a fare una grande prestazione e se c’è da rischiare, allora bisogna rischiare». Messaggio chiaro, quello del tecnico napoletano: d’altronde con 8 punti in classifica la Cavese deve iniziare a vincere.

Ma la stessa cosa vale, ovviamente, per una Vibonese a secco di vittorie da sei giornate, nelle quali ha ottenuto cinque punti, frutto di altrettanti pareggi. I rossoblù hanno vinto solo una volta nelle ultime undici giornate e la gara di domenica rappresenta la classifica sfida da non steccare, soprattutto per evitare di farsi risucchiare nelle zone basse della classifica.

Campilongo non sarà l’unico ex della partita: in attacco la Cavese ha da poco tesserato Nicolas Bubas, uno dei calciatori più amati dall’ambiente rossoblù. Il centravanti ha già giocato da avversario al Luigi Razza, lo scorso 4 ottobre, con la Juve Stabia, procurandosi il rigore decisivo per la vittoria dei campani. Sempre Bubas è il miglior goleador della Vibonese nei professionisti: 19 reti.

Nella Cavese ci sono altri due ex rossoblù, entrambi in organico nella stagione 2016/17, quella conclusasi con un’amara retrocessione ai play out, con Campilongo in panchina, dopo una straordinaria risalita dall’ultimo posto. Si tratta del portiere Stefano Russo e del centrocampista Francesco Favasuli.

In casa Vibonese si fa sempre affidamento sui gol di Plescia e non è escluso che Galfano possa riproporre Spina nel ruolo di mezzala: a Torre del Greco ha dato delle ottime risposte. Saranno ancora assenti Mahrous e Statella. Restano dubbi sull’utilizzo di Pugliese e di Laaribi in mezzo al campo dal primo minuto. Fra i disponibili il neo acquisto Fomov, che prende il posto di Mattei, decisivo proprio nella gara di andata in Campania, poi messo fuori da un infortunio.

Si gioca oggi alle 15, sempre a porte chiuse. Alla Vibonese serve solo una vittoria, per allungare sulla zona pericolo. Ma non sarà facile aggirare le trappole di Campilongo e piegare un avversario assetato di punti.