Serie D, Arario è a Vibo: primo allenamento in rossoblù (VIDEO)

In attesa del transfer, il centrocampista classe ’95 si è messo subito a disposizione di mister Orlandi. Nel suo destino la Calabria: i suoi nonni sono di Corigliano. Il ds Lo Schiavo: «Scelta che guarda al futuro»

In attesa del transfer, il centrocampista classe ’95 si è messo subito a disposizione di mister Orlandi. Nel suo destino la Calabria: i suoi nonni sono di Corigliano. Il ds Lo Schiavo: «Scelta che guarda al futuro»

Informazione pubblicitaria
Il neo acquisto Arario con il ds Lo Schiavo
Informazione pubblicitaria

Maglietta rossa, jeans e giubbino di pelle. Ecco come si è presentato al primo appello “made in Calabria”, Alan Cristian Arario. L’ultimo arrivato in casa Vibonese. E’ atterrato nella mattinata di oggi e dopo un veloce pranzo accompagnato dal direttore sportivo rossoblù, Simone Lo Schiavo, il direttore generale, Danilo Beccaria ed il suo agente, ha raggiunto lo stadio Luigi Razza per il primo allenamento con la maglia monteleonese.

Informazione pubblicitaria

Arario, centrocampista classe ’95, proviene dal campionato cileno e dal club Palestino in cui ha giocato fino a qualche settimana fa. Talento, scuola River Plate, è stato vicino a vestire la maglia della Roma nel 2014. Ha il passaporto italiano e nel suo destino c’è la Calabria. I suoi nonni materni, infatti, sono originari di Corigliano Calabro. Parentela che gli permesso di ottenere il passaporto italiano e velocizzare il colpo di mercato.

Già da oggi è a disposizione di mister Nevio Orlandi che, insieme al resto della squadra lo ha accolto nello spogliatoio prima dell’allenamento pomeridiano in vista della difficile sfida casalinga contro l’Acireale.

Un mercato proficuo, quello della Vibonese calcio, così come lo ha definito il diesse rossoblù Simone Lo Schiavo. Acquisti che guardano già alla prossima stagione, proprio come quello di Alan Arario. Ecco perché la società ha puntato sull’argentino classe ’95. 

«Sono scelte che ovviamente guardano al futuro – ha detto Lo Schiavo -. La scelta di Arario è importante per la Serie D. Ci ha colpito la sua eccentricità. Come tutti i centrocampisti argentini ha una tecnica di base notevole».