domenica,Maggio 16 2021

Nel campionato di Serie C unica, nessuna vittoria per la Vibonese al Ceravolo – Video

Domenica sera è in programma il derby di Catanzaro. Si tratta del nono confronto nella terza serie nazionale. Il bilancio è favorevole alle Aquile. Nelle ultime tre gare, altrettanti risultati di parità

Nel campionato di Serie C unica, nessuna vittoria per la Vibonese al Ceravolo – Video

Da quando la Serie C è diventata unica e quindi da quando non esiste più la divisione fra C1 e C2, il Catanzaro e la Vibonese si sono incrociati in otto circostanze e il bilancio sorride alla squadra giallorossa. I numeri parlano di 3 vittorie catanzaresi, 4 pareggi e 1 solo successo rossoblù. Nel bilancio è ricompresa anche la doppia sfida di play out della stagione 2016/17, che costò la retrocessione alla Vibonese. Il primo derby nella terza serie nazionale è datato 6 dicembre 2016. Una Vibonese in piena emergenza cede alle aquile che passano con Cunzi nel primo tempo e rischiano di subire il pari, quando gli ospiti sfiorano la rete con Di Curzio, che va a colpire proprio un difensore appostato sulla linea, a portiere battuto. Nella ripresa chiude i giochi Giovinco su calcio di rigore.

Al ritorno c’è una Vibonese che, guidata da Campilongo, è sicuramente più forte rispetto a quella dell’andata ed è lanciata verso una prepotente rincorsa per ottenere la salvezza. Al Luigi Razza è Zanini a portare avanti i giallorossi dopo pochi minuti. Nella ripresa la rimonta dei rossoblù grazie ad una doppietta di Alì Sowe, centravanti gambiano oggi al Cska Sofia, allora autentico protagonista del confronto, con la Vibonese che vince così 2-1 e può sperare di mantenere la categoria. Ma non sarà così, anche perché la squadra del presidente Caffo è costretta a disputare i play out. E la migliore posizione in classifica consentirà ai rossoblù di giocare la gara di ritorno in casa e di potersi salvare anche con due pareggi. La prima sfida di play out inizia male per l’undici di Campilongo, perché un’autorete di Sowe porta avanti il Catanzaro. Quindi la Vibonese rimedia con Nicolas Bubas e trova anche la rete del vantaggio con un gran tiro dalla distanza di Viola. Ci pensa Zanini a rimediare ed a siglare il gol del pari (con tante proteste rossoblù per un fallo su Favasuli) e poi, con gli ospiti in dieci, ecco la rete della vittoria giallorossa di Sarao per il 3-2 conclusivo.

Al ritorno, proprio Sarao manda in gol Basrak dopo pochi minuti e alla Vibonese non serve la rete del pari di Bubas per evitare la retrocessione. L’1-1 salva il Catanzaro per quella che sarà l’ultima partita con il patron Cosentino alla guida del club. Dopo due anni, le squadre si ritrovano al Ceravolo e il Catanzaro vince ancora, stavolta per 2-0, con Fischnaller che segna nel primo tempo e Ciccone che fa il bis allo scadere della partita. Poi ecco tre risultati di parità, tutti per 0-0, tutti al Luigi Razza. Il 23 gennaio del 2019 è Furlan a salvare le aquile. A dicembre dello stesso anno, ancora un nulla di fatto in una gara segnata dal rosso a Prezioso per un colpo a Favalli nel primo tempo. Il ritorno non si disputa per via della sospensione anticipata del torneo dovuta al covid. Ci si ritrova così sempre a Vibo, per la gara di andata dell’attuale campionato ed è Branduani a dire di no a Plescia, salvando i giallorossi. Domenica sera ci sarà la sfida del Ceravolo, dove la Vibonese, nella Serie C unica, non ha mai vinto.

Articoli correlati

top