Caccia: nel Vibonese immessi migliaia di esemplari di lepri, fagiani e starne

L’iniziativa, la prima da tre anni, avviene nell’ambito delle attività di ripopolamento a scopo venatorio promosse dagli Ambiti territoriali VV1 e VV2

L’iniziativa, la prima da tre anni, avviene nell’ambito delle attività di ripopolamento a scopo venatorio promosse dagli Ambiti territoriali VV1 e VV2

Informazione pubblicitaria
Il ripopolamento delle lepri
Informazione pubblicitaria

Gli Ambiti territoriali di caccia VV1 e VV2, con i rispettivi commissari Giuseppe Pellegrino e Sergio Rizzo, proseguono nelle attività di ripopolamento delle specie lepri, fagiani e starne. In particolare, il ripopolamento delle lepri è avvenuto nei giorni scorsi e ha riguardato l’Atc VV1 per un numero di 60 coppie. Domani, sabato 27 luglio, saranno invece effettuati i lanci per l’Atc VV1 di 1200 fagiani e di 150 starne a coppie e, per l’Atc VV2, di ulteriori 1200 fagiani e 150 starne. Si tratta di un ripopolamento che non avveniva da tre anni. «I commissari Pellegrino e Rizzo – si apprende da una nota – hanno predisposto un piano di immissione triennale che mira non solo alle esigenze dei cacciatori” ma – a loro avviso – “soprattutto alla tutela dell’ambiente e dell’equilibrio naturale”. Inoltre il piano ha «l’obiettivo di ridare entusiasmo al popolo dei cacciatori e vuole dare un contributo allo sviluppo del turismo venatorio – proseguono i commissari -. I lanci saranno effettuati in tutti comuni ricadenti nei rispettivi ambiti nelle zone concordate con i responsabili locali dei cacciatori e in zone sperimentali individuate dagli Atc». 

Informazione pubblicitaria