lunedì,Maggio 20 2024

Congresso Pd a Vibo, Soriano: «Basta polemiche inutili, si accetti il risultato»

Il consigliere comunale a seguito delle votazioni smorza i toni: «Lavoriamo per offrire un’alternativa politica credibile rispetto ad un centrodestra in cui non ci riconosciamo»

Congresso Pd a Vibo, Soriano: «Basta polemiche inutili, si accetti il risultato»

«La politica ha delle regole non scritte che è sempre bene non oltrepassare. L’ho imparato sulla mia pelle nel corso di questi 18 lunghissimi anni di militanza nel Partito Democratico. Un congresso è come una partita di calcio, finita la partita si può anche recriminare ma bisogna accettare il risultato». Lo scrive il consigliere comunale dem Stefano Soriano in merito ai risultati del Congresso provinciale.

«Qualche anno fa – aggiunge – anche io non partecipai al congresso provinciale del Pd di Vibo, erano altri tempi ed altri soggetti politici, eppure nonostante quella mia scelta in seguito diventai, dopo un periodo di pausa dalla vita attiva del partito, uno di quelli che maggiormente ha aiutato Enzo Insardà nella rifondazione del Partito dopo il grande esodo di una parte di esso. Io che non lo avevo votato, l’ho aiutato a ricostruirlo ed a riportarlo nella discussione politica della città molto più di coloro che lo avevo sostenuto e dopo abbandonato».

Stefano Soriano

Quindi Soriano specifica: «Dico questo perché spesso dai congressi nascono pluralità di visioni ma la pluralità che ne deriva, cosi come ribadito di recente dal nostro segretario regionale Nicola Irto, costituisce la ricchezza della comunità democratica, e è lo strumento per fare sintesi. Oggi il segretario della città di Vibo Valentia è Francesco Colelli e quello della Federazione Provinciale è Giovanni Di Bartolo ed a loro vanno i miei migliori auguri affinchè – sottolinea – possano fare un buon lavoro perché il nostro avversario, politico, non è quello che abbiamo avuto contro o che non abbiamo condiviso durante questi congressi bensì il centrodestra che governa ininterrottamente questa città dal lontano 2010».

Pertanto «ai compagni che non si sono ritrovati nella mozione e nella visione di città di Francesco Colelli dico che la partita è finita e l’arbitro ha fischiato. Basta polemiche inutili e basta valutazioni politiche lontane dalla realtà che possono solo danneggiare un’immagine già debole del Partito Democratico. Tutti insieme, abbassando i toni e pensando sempre che dietro l’avversario c’è sempre una persona, lavoriamo per offrire un’alternativa politica credibile rispetto ad un centrodestra in cui non ci riconosciamo».

Articoli correlati

top