domenica,Novembre 28 2021

Giornata degli alberi a Vibo: «Si può conoscere e ammirare la natura anche restando in città»

FOTO | Tanti i bambini e i ragazzi al Parco di Moderata Durant per l'evento curato da Wwf e Reparto biodiversità dei carabinieri forestali di Mongiana, che è anche occasione per lanciare un appello al Comune: «Riaprite Villa Gagliardi»

Giornata degli alberi a Vibo: «Si può conoscere e ammirare la natura anche restando in città»

Si celebra oggi in tutta Italia la Giornata degli alberi, istituita nel 2013 per promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento e la valorizzazione del verde. Anche a Vibo Valentia si è avuto modo di celebrare la ricorrenza, grazie all’evento organizzato al Parco urbano di Moderata Durant da Wwf e Reparto biodiversità dei carabinieri forestali di Mongiana. Complice il meteo, con un sole quasi primaverile, è stata occasione per molti di stare a contatto con la natura e imparare tante cose a proposito degli alberi: il programma della mattinata ha infatti previsto prove di misurazione degli alberi con cavalletto e rotella metrica, ma anche la messa a dimora di piante e banchetti informativi a cura di Wwf e carabinieri forestali, che hanno messo a disposizione di tutti le loro conoscenze ed esperienza.

Presente anche il referente di Wwf Calabria, Pino Paolillo, che ha sottolineato come sia importante «far capire a cittadini e giovani l’importanza del verde pubblico: si può conoscere, ammirare e rispettare la natura anche restando in città». Tanti i bambini e i ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa, grazie anche all’adesione del liceo scientifico Berto. Paolillo ha anche lanciato un appello all’amministrazione comunale di Vibo Valentia affinché venga riaperta Villa Gagliardi, oggi preda dell’abbandono e del degrado: «È un patrimonio storico, architettonico e naturalistico di grande valore. Non può rimanere chiusa, è un diritto dei vibonesi godere di quella meraviglia. Per fortuna c’è il Parco di Moderata Durant che dà a tutti la possibilità di godere della natura e dell’aria pulita, uno stimolo ad incrementare e rispettare di più il verde pubblico».

E a proposito di verde pubblico, Paolillo si esprime anche a proposito degli alberi presenti lungo le strade cittadine: «Anche quello è verde e certe potature non sono più sopportabili. Ogni anno assistiamo a veri e propri sfregi. Ci sono alberi che vanno tagliati perché rappresentano un pericolo e va bene, poi però se ne dovrebbero piantare non uno ma due».

Articoli correlati

top