San Calogero, vasta frana minaccia l’abitato: chiusa la Sp 33

Interrotto il transito veicolare e pedonale. Per raggiungere il paese dalla Statale 18 necessario imboccare un percorso alternativo
Interrotto il transito veicolare e pedonale. Per raggiungere il paese dalla Statale 18 necessario imboccare un percorso alternativo
Informazione pubblicitaria
La frana che si è verificata a San Calogero
Informazione pubblicitaria
La frana verificatisi a San Calogero

di Marco Galati

Le abbondanti piogge che ad inizio settimana hanno interessato il Vibonese, non hanno lasciato indenne il territorio di San Calogero. Una frana di vaste proporzioni, infatti, si è registrata nella giornata di ieri, in località Lirda Sbarrera, all’entrata del paese.

Il costone che a valle delimita la strada provinciale 33, a causa dell’ingente accumulo di acqua, è collassato su se stesso, trascinando con sé parte della carreggiata nonché il sottostante collettore delle acque bianche. Per questo motivo e per il timore che la situazione possa aggravarsi da un momento all’altro, il Comune di San Calogero, su suggerimento dei tecnici, tra cui il geologo Enzo Morelli, con un’ordinanza sindacale ha proceduto all’interruzione del transito veicolare e pedonale. [Continua]

Informazione pubblicitaria

Per entrare ed uscire dal paese dalla Statale 18, sarà ora necessario percorrere una strada alternativa più a monte, che da via Pirandello conduce nell’immediata periferia. Transito, si badi bene, consentito solo ai mezzi leggeri, stante le pendenze che il tragitto assume in alcuni tratti.

Già nel novembre 2018 la zona era stata interessata da un’altra frana. Il Comune in quel frangente dovette intervenire effettuando i primi lavori di messa in sicurezza, informando contestualmente gli enti sovraordinati responsabili, tra i quali la Provincia e la Protezione civile. La conseguente richiesta di finanziamento alle stesse istituzioni, per i necessari interventi di risistemazione idrogeologica dell’area non ha sortito, ad oggi, alcun esito.