domenica,Giugno 20 2021

Rinascita Scott: al Tribunale di Vibo il troncone che era finito a Catanzaro

Accolta l’eccezione di incompetenza territoriale sollevata dai difensori degli imputati che avevano però chiesto di spostare il processo a Teramo

Rinascita Scott: al Tribunale di Vibo il troncone che era finito a Catanzaro

Sarà il Tribunale collegiale di Vibo Valentia a dover giudicare ulteriori 6 imputati coinvolti nell’operazione Rinascita Scott. Il Tribunale di Catanzaro ha infatti stamane riconosciuto l’incompetenza territoriale e funzionale sollevata dagli avvocati di Giorgio Naselli e Giuseppe Calabretta. In particolare, gli avvocati Giuseppe Fonte, Gennaro Lettieri e Rocco Di Dio avevano chiesto lo spostamento del processo al Tribunale di Teramo ma i giudici catanzaresi hanno deciso per la competenza territoriale del Tribunale di Vibo Valentia. Gli imputati sono: Giorgio Naselli, 54 anni, nativo di Piacenza, residente a Teramo, ex comandante provinciale dei carabinieri di Teramo, poi vice comandante del Gruppo sportivo carabinieri (avvocati Fonti e Lettieri); Giuseppe Calabretta, 52 anni, di Pineto; l’imprenditore Rocco Delfino, 59 anni, di Satriano; Salvatore Delfino, 31 anni, figlio di Rocco; Roberto Forgione, 39 anni, di Rizziconi, socio di minoranza di Rocco Delfino; Ilenia Tripolino, 32 anni, di Marina di Gioiosa, fidanzata del figlio di Rocco Delfino. Le accuse vanno, a vario titolo, dal trasferimento fraudolento di valori alla rivelazione di segreti d’ufficio.

LEGGI ANCHE: Rinascita Scott, “scintille” in aula con il controesame dell’avvocato Staiano che alla fine si scusa

Rinascita Scott, Mantella e il controesame dell’avvocato Rotundo tra conferme e «non lo so»

Rinascita Scott, il controesame di Mantella fra assunzioni in ospedale, politici e imprenditori

Rinascita Scott: Emanuele Mancuso e i tradimenti in famiglia discussi in un summit

Rinascita, Emanuele Mancuso: «Biglietto senza ritorno per chi sgarrava a Nicotera e Limbadi»

Articoli correlati

top