Ferito da un colpo sparato da un fucile ad aria compressa, indagini a Tropea

L’episodio si è verificato all’interno del Porto. L’operaio era intento ad effettuare dei lavori di pulizia

L’episodio si è verificato all’interno del Porto. L’operaio era intento ad effettuare dei lavori di pulizia

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Tropea, diretti dal capitano Nicola Alimonda, per far luce sul ferimento di un operaio colpito di striscio da un piombino sparato da un fucile ad aria compressa. Il 53enne G.C., del luogo ed operaio del Porto di Tropea era intento ad effettuare le pulizie all’interno dell’area portuale quando è stato raggiunto da un piombino di quelli solitamente sparati dai fucili ad aria compressa. Subito soccorso, è stato trasferito nel locale ospedale per le cure del caso. Le sue condizioni non sono apparse gravi e dopo essere stato medicato, è stato giudicato fuori pericolo. I militari dell’Arma proseguono invece nelle loro indagini per capire chi e perché abbia esploso un colpo con un fucile ad aria compressa. 

Informazione pubblicitaria