Carattere

L’associazione “Arzona la notte dei giganti”, supportata dal movimento “Vibo Valentia da vivere”, ha donato dei termometri elettronici e momenti di spensieratezza ai bambini ricoverati

Cronaca

«I medici del reparto di Pediatria dell’ospedale Jazzolino di Vibo: Michelina Miceli, Maria Carla Manduca, Romina Toscano, Eleonora Niglia e Maria Grazia Ferraro, diretti dal primario Salvatore Braghò, unitamente al personale infermieristico ed ausiliario, stanno investendo tutta la loro professionalità e le loro energie affinché il reparto di Pediatria e neonatologia del nosocomio vibonese possa finalmente vivere una nuova stagione e diventare un punto di riferimento per il  nostro territorio. Ed è proprio in questa ottica che si inseriscono iniziative dirette ad alleviare i disagi dei più piccoli e dei loro genitori». Ancora una volta il reparto pediatrico di Pediatria dello “Jazzolino” è stato “teatro” di un momento di spensieratezza ed allegria per i piccoli degenti. A promuoverlo l’associazione “Arzona la notte dei giganti” che, nella mattinata di domenica 17 febbraio, ha fatto visita ai piccolo degenti donando termometri elettronici ed intrattenendoli con momenti di animazione durante i quali sono stati distribuiti giochi e colori con album da colorare. L’associazione è attiva dal 2018 ed in pochi mesi, «grazie alla determinazione e alla collaborazione di tutti i soci», ha organizzato vari eventi ed è proprio con il piccolo ricavato di queste iniziative che la stessa ha potuto dare il suo contributo al reparto ospedaliero. «Un ringraziamento particolare è  stato rivolto dai rappresentanti di “Arzona la Notte dei Giganti” al commissario dell’Asp di Vibo Valentia Angela Caligiuri e al direttore del reparto Salvatore Braghò che con grande sensibilità e disponibilità hanno da sempre accolto con iniziative rivolte ad alleviare le sofferenze e i disagi dei bambini ricoverati». All’iniziativa solidale ha dato il suo contributo anche il movimento “Vibo Valentia da vivere” con il consigliere Mannina Grasso e la coordinatrice di Filandari Gilda Guerrera. Le stesse hanno ringraziato il presidente Lamari e i suoi ragazzi per averle coinvolte e «soprattutto i piccoli pazienti e le loro famiglie per aver ricordato che un sorriso innocente ricorda a chi fa politica e volontariato che tutelare la salute è una delle cose più importanti».

 

Lacnews24.it
X

In evidenza

Seguici su Facebook