Offese sessiste al consigliere Sharon Fanello, la condanna di Sinistra italiana di Pizzo

L’esponente della maggioranza Callipo presa di mira su Facebook in relazione ad un recente incarico assunto nell’Anci Giovani Calabria. L’interessata: «C’è chi cova frustrazione per i successi altrui»

L’esponente della maggioranza Callipo presa di mira su Facebook in relazione ad un recente incarico assunto nell’Anci Giovani Calabria. L’interessata: «C’è chi cova frustrazione per i successi altrui»

Informazione pubblicitaria
Sharon Fanello
Sharon Fanello

Il circolo di Sinistra italiana di Pizzo esprime solidarietà a Sharon Fanello, consigliere comunale di maggioranza, vittima di «un vigliacco attacco sessista ricevuto via social dal profilo Facebook di tal Michele Pellegrino (falso o reale che tu sia, vergognati!). Questa non è politica, non è dibattito, non è aspra discussione, non è neppure infima ironia». Arriva dunque la presa di posizione del partito di sinistra in relazione ad un commento di natura spiccatamente sessista apparso sulla nota piattaforma social all’indirizzo del consigliere comunale napitino dopo la sua nomina a vicepresidente dell’Anci Giovani Calabria. «La politica come strumento per la tutela del nostro bene comune – commenta oggi SI – è tutt’altra cosa rispetto alle disgustose offese ricevute oggi dalla consigliera Fanello e che il profilo di tal Michele Pellegrino ci ha purtroppo costretto a leggere. Pensavamo, dopo decenni di lotte civili e per i diritti di tutti e tutte, che a questi beceri episodi non avremmo più assistito… ma a quanto pare non è così. Mai, mai, mai la Politica deve diventare offesa umana o, come in questo caso, di genere. Perché, senza aprire il dibattito sul maschilismo dilagante (che pure andrebbe aperto) il piano indagato da questo commento immondo è disumano, vile, ignobile, irrispettoso. E se c’è una cosa che abbiamo imparato dalla nostra militanza – concludono le iscritte e gli iscritti – è che mai, mai, mai la politica è disumana, vile, ignobile o irrispettosa anche quando si è su posizioni ideologiche opposte. Altrimenti politica non è».

Da parte sua, la diretta interessata ha commentato l’episodio con una buona dose di ironia. «Il giorno in cui ho scelto di iniziare questo percorso – ha detto – avevo messo in conto che la strada sarebbe stata in salita, sotto tutti gli aspetti. E nonostante io abbia una fervida immaginazione, onestamente che si arrivasse a tanto proprio non l’avevo preventivato. Continuerò senza demoralizzarmi il mio lavoro – ha aggiunto -, sorridendo a tutti coloro che covano rabbia nella loro frustrazione per i successi altrui. La mia vita è bellissima, e lo è perché da sempre con sacrificio combatto e lotto per raggiungere i miei obiettivi. Vi auguro che un giorno lo possa essere anche la vostra». Il post sessista reso noto dalla stessa Fanello: