Formaggi in cattivo stato di conservazione, sequestro del valore di 150mila euro nel Vibonese

Il titolare di un caseificio di Monteporo è stato denunciato in stato di libertà. Trovate circa mille forme di formaggio e ricotta tra l’altro prive delle indicazioni di legge

Il titolare di un caseificio di Monteporo è stato denunciato in stato di libertà. Trovate circa mille forme di formaggio e ricotta tra l’altro prive delle indicazioni di legge

Informazione pubblicitaria
Parte dei formaggi sequestrati a Caroniti
Informazione pubblicitaria

I Carabinieri del Nas di Catanzaro, unitamente ai militari della Stazione di Joppolo e al personale veterinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, hanno effettuato una serie di servizi disposti dal Comando carabinieri Tutela della salute. Nell’ambito di tale attività è stato eseguito un controllo all’interno di un caseificio di proprietà di una cooperativa agricola (CaserPoro) ubicato nella frazione Caroniti di Joppolo. All’interno della struttura i carabinieri hanno trovato del formaggio stagionato in cattivo stato di conservazione dovuto alla presenza della muffa e in avanzato stato di deterioramento. Il formaggio era riposto in locali per la stagionatura in carenti condizioni igienico-strutturali. Si è così proceduto al sequestro di circa 1000 forme di formaggio e ricotta per un peso complessivo di 1000 chilogrammi risultati, tra le altre cose, prive delle indicazioni di legge relative alla tracciabilità degli alimenti e pronti per la commercializzazione per un importo complessivo di 150mila euro. Disposta la chiusura-sospensione dei locali nei quali sono state riscontrate deficienze di natura igienico-strutturale mentre il legale rappresentante dell’azienda P. Z., 49 anni di Joppolo, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Vibo Valentia per la detenzione del formaggio in cattivo stato di conservazione. I prodotti erano destinati anche a catene di supermercati di livello nazionale.

Informazione pubblicitaria