Mileto, due cani morti nel giro di pochi giorni: si sospetta un avvelenamento

La denuncia dei padroni dei due animali. E cresce la preoccupazione per l’abbandono indiscriminato di buste e polpette contenenti veleno

La denuncia dei padroni dei due animali. E cresce la preoccupazione per l’abbandono indiscriminato di buste e polpette contenenti veleno

Informazione pubblicitaria
Il pastore Shakira
Informazione pubblicitaria

Morìa sospetta di animali a Mileto. Nel giro di pochi giorni sono stati due i cani morti per cause, molto probabilmente, dovute ad avvelenamento. Tra l’altro, entrambi i decessi di animali sono avvenuti nella stessa area, addirittura nella medesima via Antonio Gramsci della cittadina normanna. Il primo a essere ritrovato in condizioni critiche, e qualche ora dopo purtroppo a spirare, è stato il cagnetto Paky di razza pechinese di proprietà di un abitante del luogo. Qualche giorno dopo, a esalare l’ultimo respiro, pochi minuti dopo la classica uscita quotidiana davanti casa, è stato il cane pastore tedesco Shakira. Una morte, quest’ultima, per i proprietari chiaramente da attribuire all’ingestione di una polpetta farcita di vetri e abbandonata per strada, soprattutto in considerazione dei sintomi riscontrati. 

Informazione pubblicitaria

Del resto, non è la prima volta che a Mileto i possessori di cani e gatti devono fare i conti con i gesti criminali di balordi che scientemente abbandonano sul territorio bocconi avvelenati e quant’altro. Ad alimentare ulteriormente il sospetto che Shakira e l’altro cagnetto Paky siano stati uccisi, le segnalazioni, da parte di alcuni cittadini, della presenza di numerose buste di veleno sparse nel quartiere e nelle immediate vicinanze, nei giorni precedenti alla morte dei due poveri animali.

LEGGI ANCHESant’Onofrio, è strage di cani. Il Comune: «Sono stati avvelenati»

Cani avvelenati, a Filadelfia e dintorni è strage di cuccioli