domenica,Febbraio 5 2023

Carcere di Vibo, Contartese (Cgil): «Preoccupante carenza di personale sanitario»

Grido d’allarme del segretario della Funzione pubblica del sindacato confederale che sottolinea «l’impegno e la professionalità» della dirigenza e di tutto il personale

Carcere di Vibo, Contartese (Cgil): «Preoccupante carenza di personale sanitario»
Il carcere di Vibo Valentia
Luciano Contartese (Cgil)

«Sono noti i problemi che attraversano gli istituti penitenziari italiani in ordine al sovraffollamento, all’assistenza sanitaria e alla sicurezza, problemi che in alcuni di essi si accentuano per svariati motivi». Sul penitenziario di Vibo si registra un intervento del segretario della Funzione pubblica della Cgil Area Vasta Catanzaro-Vibo-Crotone Luciano Contartese, il quale, sottolinea «l’impegno e la professionalità della dirigenza e di tutto il personale penitenziario, sanitario, area educativi e della psicologa che affrontano giornalmente le situazioni di disagio e grazie a queste professionalità fanno del carcere di Vibo, secondo in Calabria, una struttura virtuosa. Un problema che quantomeno merita di essere affrontato con sollecitudine dai vertici preposti. Il grave fatto avvenuto ieri – aggiunge il sindacalista- mette in luce la preoccupante carenza di personale sanitario nel carcere vibonese. Si registra da alcuni mesi a sovrintendere alla salute dei tanti detenuti un dirigente medico, il dottore Natino Crea, costretto a dividersi tra carcere e Pronto soccorso, molte volte lavorando oltre l’orario previsto per cercare di far fronte alle tante situazioni che ogni giorno gli si presentano». Da qui l’appello ai vertici dell’Asp: «Sarebbe auspicabile che si potenziasse l’organico sanitario carcerario, mettendo i medici e il personale infermieristico nelle condizioni di operare con maggiore serenità, il tutto a vantaggio della loro delicata professione e della salute dei tanti detenuti».

Articoli correlati

top